Samsung Galaxy S10 contro iPhone XS: il confronto

Tecnologia

I due grandi avversari rinnovano la sfida, anche se dovranno vedersela con altri marchi in grande crescita: quali sono le differenze tra i due smartphone tra specifiche e prezzi

Adesso che sono stati svelati i Galaxy S10, si è aperto un nuovo capitolo della sfida con l'iPhone di Apple. Tra i due produttori, a lungo coppia di testa del mercato, si è insinuato Huawei. Ma i top di gamma del gruppo sud-coreano e di quello americano restano i marchi di maggiore richiamo. Ecco un "faccia a faccia" tra S10 e XS.

Stile: notch contro foro

I due leader di mercato hanno sempre provato a differenziarsi l'uno dall'altro. Samsung è stato il primo a ridurre decisamente le cornici, Apple a introdurre il notch. La tacca, adottata da molti altri marchi, non è mai approdata su Samsung, che nell'S10 ha preferito passare all'Infinity-O. Lo smartphone ha un foro che ingloba la fotocamera. Il risultato è un rapporto tra display e superficie frontale maggiore nell'S10, pari al 93,7%. Al di là della porzione utilizzabile c'è anche una questione estetica. Che dipende dal gusto degli utenti.

Dimensioni e fotocamere

L'iPhone XS ha un display Oled da 5,8 pollici. È alto 143,6 millimetri, largo 70,9 e spesso 7,7. Il suo omologo, il Galaxy S10 standard è più grande: 6,1 pollici. Il guadagno della diagonale dipende tutto da una display più allungato. La larghezza è infatti addirittura inferiore (70,4 millimetri), mentre l'S10 è 5,3 millimetri più lungo. Spessore praticamente identico (7,8 millimetri). Il Samsung S10+ è da 6,4 pollici, poco meno dei 6,5 del XS Max. Il gruppo sud-coreano ha quindi deciso di avere, in termini di dimensioni, meno divario tra i due dispositivi. Una scelta dovuta probabilmente a una diversa gestione della gamma: Samsung ha un S10e (quello che costa meno) da 5,8 pollici e un S10 5G da 6,7 pollici. Apple invece aveva deciso di dare al dispositivo più economico, il XR, dimensioni superiori a quello base: 6,1 pollici. Capitolo fotocamere: i due iPhone XS hanno una dotazione identica: due fotocamere da 12 MP posteriori, una frontale da 7 MP. Samsung ha invece scelto di differenziare: quattro fotocamere (una anteriore e tre posteriori) sull'S10 e cinque (due frontali e tre posteriori) nel Plus.

Processori, memoria e batteria

I processori che fanno marciare i dispositivi sono di famiglie diverse. Entrambi hanno infatti chip "fatti in casa". Gli iPhone XS montano l'A12 Bionic; i nuovi Samsung l'Exynos 9820. Le specifiche sotto la scocca si differenziano sia per RAM che per spazio in memoria. Gli iPhone XS hanno 4GB di RAM, mentre l'S10 arriva a 8GB e il l'S10+ a 12GB. Gli smartphone di Apple hanno poi tre versioni di diversa capacità: memoria interna da 64, 256 o 512GB. Anche l'S10 ha come limite massimo i 512GB, ma l'S10+ arriva a un terabyte, cioè 1000 GB. Capitolo batteria: nell'iPhone XS è da 2.658 mAh, quella dell'iPhone XS Max è da 3.174 mAh. I due Samsung Galaxy hanno invece una capienza di 4.100 mAh. La durata dipende anche dall'efficacia dell'intelligenza artificiale nella gestione dell'energia, ma è comunque un punto a favore di Samsung. Come lo è il "Wireless PowerCharge", il sistema che permette agli S10 di diventare basi di ricarica per altri smartphone o per accessori. Una "ricarica inversa" che gli iPhone non hanno.

Prezzi e offerte

L'iPhone XS è stato lanciato a 1.189 euro per la versione da 64 GB, fino ai 1.589 per quella da 512 GB. Per il XS Max, la base era di 1.289 euro e si toccavano i 1.689 per la versione più capiente. Il XR è più economico, ma si manteva comunque in una fascia di mercato alta: 889 euro per l'iPhone da 64 GB, 949 per quello da 128 e 1.059 per quello da 256 GB. Visto che è passato un po' di tempo dal lancio, i prezzi possono oscillare in base alle scelte dei rivenditori. Senza dimenticare che Apple ha promosso, anche in Italia, un programma di permuta che permette di avere un XS a partire da 919 euro e un XR da 619 in caso di "rottamazione". I nuovi Galaxy costano mediamente meno. Si parte dai 779 euro per Galaxy S10e. L'S10 va da 929 a 1179 euro e l'S10+ da 1029 fino a 1.639 euro. Samsung ha inoltre varato, sin da subito, alcune offerte. Chi preordina gli smartphone riceverà i Galaxy Buds (gli auricolari senza fili del marchio, che costerebbero 149 euro). E sarà attivo anche un "programma rottamazione", con sconti per chi deciderà di permutare il proprio dispositivo. Sono tra i 200 e i 225 euro per rottamare Note 8 o S9 (dispositivi del 2017 e del 2018). E si fermano a qualche decina di euro per i modelli più vecchi. Permutando un Huawei P20 si riceve un buono fino a 175 euro. Lo sconto però arriva a 425 euro per un iPhone X e 263 euro per un 8 Plus. Una mossa particolarmente aggressiva nei confronti del grande avversario.

Tecnologia: I più letti