Elezioni europee, Facebook annuncia nuovi strumenti contro le interferenze esterne

Tecnologia

Da fine marzo, il social introdurrà nuovi provvedimenti per limitare la disinformazione e garantire trasparenza durante la campagna elettorale in vista del voto di maggio 

In vista delle elezioni europee di fine maggio, Facebook ha annunciato che da fine marzo introdurrà nuovi strumenti sulla piattaforma, il cui scopo sarà quello di contrastare e limitare le interferenze esterne e la diffusione di fake news nelle settimane che precedono il voto. Il social cerca così di soddisfare le richieste della Commissione europea, preoccupata dopo il caso Cambridge Analytica e lo scandalo Russiagate.

Inserzioni più trasparenti

Attraverso una lunga nota pubblicata sul blog ufficiale, Facebook ha spiegato quali saranno i provvedimenti che adotterà per arginare le interferenze e la disinformazione: “Il nostro approccio al problema include il blocco e la rimozione di profili falsi, la ricerca e l’eliminazione dei ‘cattivi attori’, la limitazione della diffusione di fake news”. In particolare, per quanto riguarda la tornata elettorale europea, i nuovi strumenti “aiuteranno a eliminare le interferenze esterne e a garantire una maggiore trasparenza nelle inserzioni politiche di Facebook”, ha scritto Anika Geisel, responsabile del gruppo per le elezioni in Europa. “Gli inserzionisti dovranno ricevere l’autorizzazione prima di pubblicare un contenuto politico e gli utenti potranno vedere molte più informazioni su di esso”, ha spiegato. Inoltre, coloro che vorranno condividere uno spot a fini propagandistici dovranno confermare la propria identità e inserire ulteriori dati riguardanti il mandante o il proprietario di quell’inserzione.

Una libreria degli annunci

Facebook aprirà poi una vera e propria libreria che raccoglierà tutte le inserzioni, alla quale chiunque, anche chi non è iscritto al social, vi potrà accedere e scorrere l’elenco di tutti i post legati alle elezioni: “Cliccando sull’avviso ‘sponsorizzato da’, si verrà reindirizzati alla Libreria degli Annunci, che mostrerà tutte le informazioni sul rendimento di un’inserzione, sulla spesa, sul numero di impressioni e altre statistiche, come età, sesso e luogo degli utenti che l’hanno vista”, ha illustrato la responsabile.  

Migliorare la qualità e garantire l’autenticità dei post

Facebook si mobiliterà per rimuovere tutti i contenuti che violeranno le norme della Community. Il social procederà poi a ridurre la diffusione di tutti quei post che, pur non contravvenendo direttamente gli standard, potranno in qualche modo mettere in discussione la credibilità della piattaforma. Infine, conclude Geisel, ogni utente verrà informato sul motivo per il quale nella propria bacheca vedrà apparire un post apertamente politico e riceverà indicazioni anche su chi l’ha prodotto e chi l’ha pubblicato, il tutto per migliorare la qualità degli annunci e garantirne l’autenticità.

Tecnologia: I più letti