Spotify, a breve il pulsante per bloccare brani e artisti indesiderati

Tecnologia

La celebre piattaforma di streaming musicale sta testando il nuovo strumento per iOS e potrebbe renderlo disponibile già con il prossimo aggiornamento 

Spotify permetterà di bloccare gli artisti e le band che non si desidera ascoltare. La popolare piattaforma di streaming di canzoni, infatti, sta testando negli Stati Uniti la nuova funzionalità con alcuni utenti dell’applicazione che utilizzano un dispositivo con sistema operativo iOS, e potrebbe renderla disponibile già con il prossimo aggiornamento.

Come i social network

Il nuovo tasto di blocco consentirà agli utenti di bloccare tutti i brani di un determinato artista, che non verranno mai più riprodotti in alcuna playlist, e verrano tolti anche dalla libreria, dai grafici, dalla radio e da tutte le altre funzioni offerte della piattaforma. Questo meccanismo ricorda da vicino quanto si può fare su qualsiasi social network, dove si può decidere di bloccare un profilo e nascondere i post e i contenuti che condivide. Il nuovo strumento accontenta quindi i tantissimi fruitori di Spotify, che da lungo tempo invocavano questa possibilità. La versione per iOS sarà la prima a disporre del nuovo pulsante, mentre ci vorrà ancora un po’ per vederlo anche su Android.

200 milioni di utenti attivi ogni mese

Pochi giorni fa, Spotify ha festeggiato il traguardo dei 200 milioni di utenti attivi ogni mese sulla piattaforma. Come ha riferito Dustee Jenkins, responsabile della comunicazione globale dell’azienda, sono 87 milioni gli utenti che hanno sottoscritto l’abbonamento premium mensile, mentre gli altri 113 milioni ascoltano musica grazie al servizio gratuito. L’app, che offre l’ascolto illimitato di oltre 40 milioni di brani, mira ora ai podcast, concentrando la propria attenzione ad ampliare lo streaming e il numero di utenti. Spotify ha infatti modificato l’applicazione al fine di favorire al meglio la fruizione dei podcast, annunciando un nuovo accordo che prevede la trasmissione dei podcast di Jemele Hill, giornalista sportiva, e di Amy Schumer. Stando alle indiscrezioni, l’attrice avrebbe accordato il programma in cambio di un milione di dollari.

Tecnologia: I più letti