Secondo alcune voci, Apple avrebbe iniziato a produrre AirPower

Tecnologia
AirPower (Getty Images)

Stando al sito TechCrunch, Cupertino avrebbe dato il via alla produzione del tappetino in grado di ricaricare diversi dispositivi della Mela semplicemente posizionandoli sopra di esso 

L’attesa pare essere finita. Stando ad alcune indiscrezioni riportate da TechCrunch, Apple avrebbe dato il via alla produzione di AirPower, il tappetino in grado di ricaricare diversi dispositivi della Mela, tra cui iPhone, Apple Watch e gli AirPods, senza bisogno di cavi, semplicemente posizionandoli sopra di esso. Il sito specializzato in tecnologia fa riferimento a un tweet di ChargerLab, che cita una ‘fonte credibile’, secondo la quale a produrre il nuovo dispositivo sarebbe la Luxshare Precision, azienda che fabbrica anche gli auricolari e i cavi Usb-C di Cupertino.

AirPower atteso per il 2018

La base di ricarica AirPower sarebbe dovuta approdare sugli scaffali dei negozi di elettronica nel corso del 2018, ma un processo di sviluppo più complicato del previsto ha costretto l’azienda fondata da Steve Jobs a rinviare il lancio del device sul mercato. Dietro a questo ritardo, infatti, ci sarebbe una serie di nodi irrisolti relativi a interferenze e surriscaldamento. In quest’ultimo caso, il calore eccessivo rallenterebbe la ricarica dei dispositivi e rischierebbe di danneggiare il chip del caricatore wireless. Un altro intoppo, infine, risiederebbe nel software di comunicazione che fa dialogare il tappetino con l'iPhone, su cui dovrebbe essere possibile vedere lo stato di ricarica di Apple Watch e AirPods. Tuttavia, nonostante Apple non abbia confermato queste voci, pare proprio che tutti i problemi siano stati risolti e ai fedelissimi della società californiana non resta altro che attendere la data di lancio.

Nel 2019 tre nuovi iPhone

È di qualche giorno fa la notizia, riportata dal Wall Street Journal, secondo cui nel 2019 Apple lancerà tre nuovi modelli di iPhone, proprio come avvenuto lo scorso anno. I dispositivi maggiormente performanti, di cui uno dotato di tre fotocamere, saranno affiancati da un terzo smartphone più economico, il quale presenterà uno schermo in cristalli liquidi al posto dell’ormai classico display Oled. Nelle intenzioni dell’azienda di Cupertino, questo modello dovrebbe sostituire lo sfortunato iPhone XR, le cui vendite si sono rivelate inferiori alle attese.

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24