Spopola lo smart speaker con display: in 100 milioni di case nel 2023

Tecnologia

Gli utenti preferiscono sempre più interagire con gli assistenti virtuali anche tramite lo schermo: i modelli vanno dall’Echo Show di Amazon a Facebook Portal e Google Home Hub 

Sì agli smart speaker, ancora meglio se con display. Nel 2018, aziende come Facebook, Google e Amazon hanno presentato o aggiornato i propri dispositivi intelligenti che prevedono anche uno schermo, sfruttando il boom del settore degli assistenti virtuali. Ebbene, i colossi tecnologici sembrano aver fatto centro ancora una volta: l’ultimo report di Strategy Analytics prevede nel 2019 una crescita degli smart display del 111%, un trend destinato a proseguire nei prossimi anni. Sempre più case, infatti, saranno dotati di questi device che secondo gli analisti offrono agli utenti un’esperienza decisamente più completa rispetto ai semplici assistenti vocali.

Gli smart display conquistano il mercato

Amazon Echo Show, Google Home Hub o Portal di Facebook. Si tratta di device nati con le stesse funzioni degli assistenti vocali ma, oltre a permettere la gestione di svariate attività sfruttando la propria voce, montano anche uno schermo. C’è chi li definisce ancora smart speaker con display, ma potrebbe presto essere necessario un nuovo nome per definire una categoria in continua ascesa. In attesa del report completo in arrivo al termine del Ces di Las Vegas, gli autori del report di Strategy Analytics spiegano infatti che alla fine del 2019 gli smart display dovrebbero entrare in 12 milioni di case, per un totale di 16.9 milioni di unità, un’impennata che nel 2023 dovrebbe arrivare a toccare addirittura 100 milioni di abitazioni.

Le attività permesse dallo schermo

Anche in questo specifico settore, il mercato è attualmente dominato da Google e Amazon, i cui assistenti virtuali dovrebbero essere presenti rispettivamente nel 46% e nel 40% degli smart display venduti nel 2019. Il resto del mercato vede però la crescita dell’azienda cinese Baidu con l’assistente DuerOS. Secondo David Watkins, autore del rapporto di Strategy Analytics, gli smart speaker che integrano un display “hanno il potenziale per essere molto più utili delle controparti basate solo su comandi vocali”, permettendo agli utenti lo svolgimento di attività quali “lo shopping, la preparazione di ricette e il controllo di indicazioni stradali”, oltre ad esempio alle videochiamate, uno dei punti forti di Facebook Portal

Tecnologia: I più letti