Video su YouTube, le smart tv superano gli smartphone

Tecnologia
Foto di archivio (Getty Images)
logo_youtube_getty

La piattaforma di streaming è sempre più utilizzata sui televisori da salotto. Le grandi emittenti la considerano un competitor, anche se meno minaccioso di Netflix e Amazon 

Ormai da anni YouTube è il mezzo più utilizzato per la visione dei video su smartphone, tablet e computer. Da qualche tempo, inoltre, la piattaforma sta ottenendo successo anche nel settore delle smart tv. Secondo Neal Mohan, chief product officer della compagnia, il mercato dei televisori da salotto è quello in cui YouTube sta crescendo di più nell’ultimo anno.
“Molte persone tornano a casa da lavoro, si siedono sul divano, accendono la tv e aprono la nostra app per guardare qualche video”, afferma Mohan. “Ogni giorno il tempo di visione degli utenti raggiunge, complessivamente, le 180 milioni di ore e in Europa il numero cresce del 45% di anno in anno”, aggiunge.

YouTube e le emittenti tradizionali: un rapporto conflittuale

Sembra che gli spettatori stiano attivamente passando dalla visione dei tradizionali programmi televisivi a quella dei video in streaming. Mohan sostiene però che le ambizioni della compagnia sulle smart tv non la mettano necessariamente in competizione con le grandi emittenti.
“I network tradizionali hanno sempre fatto parte di YouTube”, dichiara il chief product officer. “Abbiamo lavorato per anni con moltissime emittenti europee e sappiamo che le più sofisticate comprendono che esistono dei modi alternativi alla televisione tradizionale per raggiungere il pubblico”.
Secondo Geoff Blaber, analista presso CCS Insight, YouTube può essere un buon partner delle emittenti televisive, ma può anche rappresentare una minaccia per loro.
“Il tempo che gli utenti possono dedicare all’intrattenimento è limitato e sempre più diviso tra i vari servizi che vengono introdotti anno dopo anno”, spiega Blaber.
“Indubbiamente le emittenti vedono YouTube come un competitor, ma il fatto che i contenuti presenti sulla piattaforma siano così diversi da quelli proposti dalla televisione lo rende una minaccia meno pericolosa rispetto a Netflix e Amazon”.
Mohan sottolinea che il vantaggio di YouTube rispetto alle altre piattaforme di streaming sia la varietà dei contenuti che propone agli utenti.
“Oltre ai generi tradizionali, YouTube presenta video originali e rivolti a un pubblico di nicchia. Abbiamo oltre 250,000 canali e gli utenti possono trovare davvero di tutto”.

Una questione di contesto

Nonostante il sorpasso, YouTube rimane comunque una delle app più utilizzate sui dispositivi mobili. Secondo Neal Mohan la scelta del dispositivo da utilizzare dipende dal contesto in cui si trovano gli utenti.
“È comodo fruire in pochi minuti di un video sul proprio smartphone mentre si attende l’autobus o il treno. In altre occasioni, si torna a casa troppo stanchi per sedersi sul divano a guardare la tv e si preferisce stendersi sul letto con un tablet tra le mani per vedere qualcosa di leggero su YouTube”.
La crescita della piattaforma nel mercato smartphone è comunque costante, ma meno rapida rispetto a quella su smart tv. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.