Stratolaunch Systems è pronta a cambiare per sempre i lanci spaziali

Tecnologia
Foto di archivio (Getty Images)
GettyImages-Esa_razzo_Baikonur

L’azienda di Seattle ha svelato i suoi piani per l’invio in orbita dei satelliti artificiali. Utilizzando quattro tipi diversi di vettori, la compagnia ha intenzione di fornire nei prossimi anni un servizio economico e di facile utilizzo 

La compagnia Stratolaunch Systems è stata fondata nel 2011 dal miliardario Paul Allen, co-fondatore di Microsoft insieme con Bill Gates, per dare vita a un sistema di lancio spaziale in grado di fornire un accesso meno costoso all’orbita terrestre bassa, garantendo delle buone condizioni di sicurezza. Di recente, l’azienda di Seattle ha svelato i suoi piani per l’invio dei satelliti artificiali.
Per tagliare l’ambizioso traguardo, sono stati realizzati quattro differenti vettori, in grado di raggiungere l’orbita bassa dopo essere stati portati ad alta quota dal più grande aereo mai costruito, dotato di un’apertura alare di 117 metri.
Il CEO Jean Floyd ha affermato che d’ora in poi inviare satelliti, a prescindere dalla portata del loro carico, sarà facile come prenotare un volo di linea.

Lanciatori spaziali

I lanciatori spaziali di Stratolaunch Systems sono diversi l’uno dall’altro. Il razzo Pegasus, costruito della compagnia aerospaziale Northrop Grumman, è già stato utilizzato in varie missioni. È in grado di contenere carichi fino a una portata massima di 370 chilogrammi e volerà per la prima volta insieme con l’aereo spaziale di Stratolaunch nel 2020, se tutto andrà come previsto. Il Medium Launch Vehicle (MLV) è un nuovo razzo con una capacità di carico di 3.400 kg. Il suo lancio inaugurale è previsto per il 2022.
Il Medium Launch Vehicle – Heavy è una versione più massiccia dell’MLV ed è ancora nelle fasi iniziali del suo sviluppo. Monterà tre nuclei e avrà una portata massima di 6.000 kg. L’aereo spaziale, infine, è un veicolo utilizzabile più volte per portare dei carichi in orbita e riportarli in seguito sulla Terra. È del tutto automatizzato, ma la compagnia sta pianificando l’introduzione di un altro modello pilotato da un regolare equipaggio. L’aereo non sarà pronto per il decollo prima di qualche anno. Per ora Stratolaunch si sta impegnando a perfezionare il suo design.

Un sogno in comune

Oltre a Stratolaunch, altre aziende di volo spaziale stanno progettando dei nuovi lanciatori. Per esempio, Virgin Galactic, fondata dall’imprenditore britannico Richard Branson, sta portando avanti il progetto Virgin Orbit, finalizzato a portare in orbita satelliti di piccole dimensioni. L’aereo spaziale della compagnia ha già superato con successo tre voli di prova, il più recente dei quali risale allo scorso mese. 

Tecnologia: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.