Tutti i numeri di Android, da startup a leader del mercato "mobile"

Il robottino verde simbolo di Android (Getty Images)
3' di lettura

Il sistema operativo di Google possiede una quota del mercato globale dell'85,9% ed è leader anche in Italia. Il suo negozio di app, Google Play, continua a crescere. Ecco quello che c'è da sapere sul "robottino verde"

Ha poco più di dieci anni Android, il sistema operativo per dispositivi mobili di Google sotto la lente dell'Ue per abuso di posizione dominante. È usato su oltre l'80% degli smartphone mondiali, mentre il negozio digitale Google Play Store ha in catalogo oltre 3 milioni di applicazioni. Dagli esordi alla diffusione nel mondo e in Italia, ecco tutti i numeri di Android.

Le origini

La startup Android, il cui simbolo è un robottino verde, nasce nel 2003. Dopo il rischio fallimento, alcune correzioni di rotta (inizialmente i fondatori avevano pensato a un sistema operativo per fotocamere) e il rifiuto da parte di alcuni produttori di smartphone, Android ottiene la fiducia di Google. Il colosso di Mountain View acquisisce la società nell'estate 2005 per 50 milioni di dollari, con l'obiettivo di entrare nel settore mobile. È il momento giusto. Due anni dopo arriva l'iPhone che apre di fatto il mercato degli smartphone. Il sistema operativo viene rilasciato nel 2007 e il primo telefono cellulare basato su Android arriva nel 2008, prodotto da Htc, contestualmente al lancio dell'Android Market (in concorrenza all'App Store di Apple) poi diventato Google Play Store.

La diffusione

Partito da una quota di diffusione pari a zero e rispetto all'iPhone, Android sembrava avventurarsi in una lotta "impari". Oggi è invece il sistema operativo "mobile" più diffuso al mondo. Alla fine del 2017, secondo l'ultimo rapporto di Gartner, Android deteneva una quota di mercato del'85,9%. Una leadership conquistata in tutti i mercati, Italia compresa, dove il 70,19% degli smartphone è basata sul sistema operativo di Google. Ormai quello dei sistemi operativi è un duopolio, con Google che è lontano anni luce dal secondo: iOS, di Apple, ha una quota del 14%. I motivi del successo stanno anche nella diversa strategia di mercato delle due compagnie: iOS è legato ai dispositivi della Mela Morsicata (iPhone e iPad). Android invece è un sistema aperto e modificabile, adottato dai principali marchi della telefonia (Mela esclusa) che si trova su smartphone e tablet di diverse società, da Samsung a Huawei.

I numeri di Google Play

Il negozio digitale Google Play Store (secondo dati aggiornati a marzo 2018) conta oltre 3,6 milioni di applicazioni. Nonostante sia di gran lunga il negozio digitale di app più frequentato, Google Play non è il più ricco. Secondo una recente indagine di App Annie, raccoglie il 70% dei download (altro dato in crescita) ma "solo" il 34% della spesa degli utenti, che per i due terzi resta salda nelle mani dell'App Store di Apple.

Statistic: Number of available applications in the Google Play Store from December 2009 to March 2018 | Statista
Find more statistics at Statista

Android "P"

L'ultima versione di Android, battezzata "P", è stata presentata in anteprima durante l'ultima Google I/O, la conferenza annuale per gli sviluppatori di Mountain View. L'intelligenza artificiale gioca ormai un ruolo chiave: lo smartphone ad esempio convoglierà energia sulle app e i servizi più utilizzati dall'utente, in modo da non sprecare batteria ed allungarne la vita. Anche la luminosità del display varierà in base alle condizioni esterne. Il sistema operativo penserà anche a "far staccare la spina": la nuova Dashboard dirà quanto tempo si trascorre su ciascuna app. L'utente, per evitare di esagerare, potrà impostare un limite e un timer che avverte quando è il caso di far riposare occhi e smartphone.

Leggi tutto
Prossimo articolo

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Schermata Home"

Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

Clicca l'icona e seleziona

"Aggiungi a Home"