F1 2022, Gp Spagna: vince Verstappen davanti a Perez e Russell. VIDEO

Sport

Doppietta Red Bull nel circuito di Montmelò. Le Ferrari non brillano: quarto posto per Sainz, fuori Leclerc per problemi tecnici. L'olandese si riprende la leadership del Mondiale: è a +6 punti

ascolta articolo

Dopo il trionfo a Miami, Max Verstappen ha vinto anche il Gp di Spagna, sesta prova del Mondiale di Formula 1, sul circuito del Montmelò. Una gara segnata dal ritiro di Charles Leclerc, dominante con la Ferrari fin dal primo giro, per un problema tecnico. Sul podio sono saliti il messicano Sergio Perez, con ordine di scuderia perfar passare il compagno, per una doppietta della Red Bull, e il britannico George Russell, con la Mercedes. Quarto posto per l'altro ferrarista Carlos Sainz, che dopo una gara in salita causata da una brutta partenza e un lungo nella ghiaia, approfitta dei problemi di poca benzina di Lewis Hamilton che chiude quinto con la Mercedes al termine di una super rimonta (era ultimo a causa di un contatto)

Nella classifica mondiale Leclerc superato da Verstappen

approfondimento

Drive Club, le puntate della rubrica di auto e mobilità di Sky TG24

Uno zero pesantissimo per il monegasco, che arriverà al Gp casalingo di Monaco (in programma domenica prossima) da secondo in classifica a 6 punti da Verstappenl, alla sua terza vittoria consecutiva,  24/a in carriera. La Red Bull supera la Ferrari nella classifica costruttori.  A punti sono andati anche Valtteri Bottas, sesto con l'Alfa Romeo, Esteban Ocon settimo con l'Alpine, quindi Lando Norris (McLaren), Fernando Alonso (Alpine) e Yuki Tsunoda (AlphaTauri).

.

La cronaca della gara

approfondimento

Villeneuve Pironi, la clip in anteprima del documentario Sky Original

Partenza pulita per Leclerc che tiene molto bene alle spalle Verstappen, mentre Sainz commette un errore e si lascia superare subito da Russell e Perez. Dietro Hamilton è sfortunato in un contatto con Magnussen, che provoca danni alla Mercedes e costringe il britannico ad un pit stop forzato con conseguente rientro in fondo al gruppo.  Al settimo e nono giro i primi due veri colpi di scena riguardano Sainz e Verstappen che, esattamente alla stessa curva, perdono la propria macchina finendo nella ghiaia e perdendo posizioni. Lo spagnolo della Ferrari rientra undicesimo, l'olandese della Red Bull invece si ritrova quarto dietro a Russell e al compagno di scuderia. Il DRS di Verstappen però una volta funziona ed un'altra no, così il campione del mondo in carica non riesce a superare il britannico dopo che Perez lo lascia passare. Sembra una gara stregata per Verstappen e solo da controllare per Leclerc, tutto solo in testa senza alcuna pressione dei rivali. Ma l'incubo per la Ferrari si materializza nel corso del 27  giro, quando la power unit della Rossa numero 16 del monegasco s'inceppa clamorosamente costringendolo al ritiro. La gara si stravolge in favore della Red Bull, che si prende prima e seconda posizione proprio con Perez e Verstappen: il messicano però nel finale viene richiamato dal team per lasciar passare il compagno di scuderia e concedergli una vittoria pesantissima, che gli permette di prendersi la leadership del mondiale scavalcando Leclerc. 

Sport: I più letti