Tennis, Djokovic e Swiatek campioni degli Internazionali d'Italia

Sport
Ansa-Getty

La polacca numero uno al mondo vince al Foro Italico per il secondo anno di fila. Sconfitta 6-2, 6-2 la tunisina Ons Jabeur. Il campione serbo conquista la finale maschile contro Tsitisipas e porta a casa il suo sesto successo romano

ascolta articolo

Novak Djokovic e Iga Swiatek trionfano agli Internazionali d'Italia di tennis. Il numero uno del mondo conquista la sua sesta vittoria a Roma, la prima dal 2020, battendo 6-0, 7-6 Stefanos Tsitsipas, alla sua prima finale sul campo del Foro Italico. Swiatek si conferma invece campionessa nel torneo romano per il secondo anno consecutivo, dopo aver sconfitto la tunisina Ons Jabeur.

La finale tra Djokovic e Tsitisipas

vedi anche

Tennis, Internazionali di Roma: vince Tsitsipas, Sinner eliminato

Djokovic ha sconfitto Tsitsipas in un'ora e 36 minuti, al termine di un torneo che lo ha visto superare le mille vittorie in carriera. Il traguardo simbolico era stato raggiunto ieri, nella vittoria in semifinale contro Casper Rudd (6-4,6-3). Per Nole è il primo successo del 2022 - non succedeva da Parigi-Bercy 2021 -, l'87esimo titolo in carriera e il 38esimo Master 1000. Si guarda adesso al Roland Garros di Parigi, al via il prossimo 5 giugno. "Sono contento di arrivare al Roland Garros dopo aver vinto a Roma", ha detto il serbo dopo la vittoria. La partita "è stato un tie-break veramente veramente serrato. Nelle ultime settimane sono riuscito a tornare nella mia forma migliore", ha aggiunto, prima di ringraziare l'Italia per il supporto ricevuto e di spendere buone parole per Tsitsipas, che definisce "un ragazzo umile, sono sicuro che vincerà tanti trofei in futuro".

La finale tra Swiatek e Jabeur

vedi anche

Wimbledon, Nadal contro l'esclusione dei tennisti russi e bielorussi

Swiatek ha impiegato un'ora e 22 minuti per sconfiggere l'avversaria, battuta 6-2, 6-2. Il match le è valso il quinto torneo consecutivo: prima di Roma ci sono state Doha, Indian Wells, Miami e Stoccarda. Jabeur è arrivata all'incontro in serie positiva da undici match e carica dalla vittoria al Mutua di Madrid dello scorso 7 maggio. Quel giorno, sconfiggendo Jessica Pergula, aveva vinto il secondo trofeo della carriera ed era diventata la prima tennista africana a portare a casa un titolo WTA 1000.

Binaghi attacca Malagò: "Ha provato a danneggiare Master 1000"

leggi anche

"Piccoli grandi campioni", il tennista Sinner diventa un fumetto

I giorni dei match finali sono anche il momento per tracciare un bilancio dell’ultima edizione del Master 1000 romano. Soddisfatto il presidente federale Angelo Binaghi, che parla di oltre 16 milioni di incasso portati da 230mila spettatori. Un successo nonostante quello che Binaghi chiama ‘effetto Malagò’: il presidente del Coni “prima ha cercato di non far giocare Djokovic, poi non voleva che ci fossero i russi e in definitiva ha chiesto di intervenire nell'autonomia dello sport, proprio lui che si è sempre lamentato in passato di questo".

Sport: I più letti