Serie A, vincono Spezia e Torino. La Lazio batte il Sassuolo 2-1. HIGHLIGHTS

Sport
©Ansa

Dopo la sosta per le nazionali, il campionato è ripartito dal Picco: la squadra di Thiago Motta ha battuto il Venezia di Zanetti grazie al gol di Gyasi al 94’. I biancocelesti vincono con le reti di Lazzari e Milinkovic-Savic. All'Arechi segna Belotti su rigore ripetuto. Da oggi tutti i capitani scendono in campo con al braccio la fascia con la scritta “Peace”

ascolta articolo

Dopo la sosta per le nazionali, durante la quale l’Italia non è riuscita a qualificarsi per il prossimo Mondiale in Qatar, è ripartito il campionato di Serie A. Il sabato della 31esima giornata è iniziato alle 15 con Spezia-Venezia, finita 1-0. Poi all’Olimpico Lazio-Sassuolo, terminata con la vittoria dei biancocelesti per 2-1. Nel match delle 20.45 il Torino ha battuto la Salernitana 1-0. Da oggi i capitani di tutte le squadre scendono in campo con al braccio la fascia con la scritta “Peace” (TUTTI GLI HIGHLIGHTS DI SERIE A).

La cronaca di Salernitana-Torino

vedi anche

Mondiale 2022, i meme sulla sconfitta dell'Italia. FOTO

I padroni di casa partono bene e all’8’ trovano la prima occasione, Djuric allarga sulla destra per il cross di Mazzocchi che trova, a centro area, Verdi: l'ex del match calcia al volo e trova la parata di Berisha che devia sul legno. Dopo il quarto d'ora rigore per il Torino: Belotti se lo fa parare, ma l'arbitro fa ripetere e il Gallo la sblocca guadagnando il vantaggio dell’1-0. Al 21' Radovanovic vicino al pari, il colpo di testa del serbo finisce di un soffio a lato. Poi Belotti sfiora il raddoppio, ma Sepe respinge e blocca. Nella ripresa Singo trova il secondo gol per i granata, ma su segnalazione del Var la rete viene annullata per fuorigioco. Al 65' Ederson sfiora il pari calciando sul primo palo: Berisha vola e mette in corner. Poi chance per Mandragora col destro in area, ma calcia centrale e Sepe blocca. Al 92' Belotti ancora vicino al raddoppio ma la palla sfiora la parte esterna del palo e termina fuori.

Il tabellino di Salernitana-Torino 0-1

18' Belotti (Rig.)

 

SALERNITANA (3-4-1-2): Sepe; Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi (30' st Ruggeri), Ederson, L. Coulibaly (11' st Bohinen), Zortea (36' st Vergani); Verdi (11' st Ribery); Bonazzoli, Djuric (30' st Mikael). All. Nicola

 

TORINO (3-4-2-1): Berisha; Izzo, Bremer, Buongiorno (44' st Rodriguez); Singo, Ricci (22' st Linetty), Mandragora, Vojvoda; Lukic, Pjaca (22' st Brekalo); Belotti. All. Juric

 

Espulso: al 40' st Fazio per doppia ammonizione

 

Ammoniti: Belotti, Izzo, Bonazzoli, Berisha, Ederson, Gyomber, Singo per gioco falloso

La cronaca di Lazio-Sassuolo (GLI HIGHLIGHTS)

leggi anche

Plusvalenze: deferite 11 società di calcio, tra cui Juventus e Napoli

All’Olimpico la sbloccano al 17’ i padroni di casa con un gol di Consigli. Pochi minuti dopo nuova occasione per la Lazio con Zaccagni e Marusic, ma Consigli mette la mano sul destro a giro del montenegrino. Al 37’ un’altra ripartenza dei biancocelesti: Felipe Anderson vede il movimento del capitano al limite, ma il destro finisce fuori. Pochi minuti dopo occasione Sassuolo: violento sinistro di Kyriakopoulos sul primo palo, non si fa sorprendere Strakosha. Gli emiliani ci riprovano poi con Defrel che calcia in porta dopo un palo di Frattesi ma il portiere biancoceleste para ancora. Nella ripresa al 51', dopo due errori di Immobile, la Lazio raddoppia con un gol di Milinkovic-Savic: lungo check al Var e 2-0 confermato. Venti minuti dopo ci prova Luis Alberto che colpisce la traversa. Al 94' il Sassuolo accorcia le distanze con un gol di Traorè ma non basta: il match termina 2-1 per i biancocelesti.

Il tabellino di Lazio-Sassuolo 2-1

17' Lazzari (L), 51' Sergej Milinkovic-Savic (L), 94' Traorè (S)

 

LAZIO (4-3-3): Strakosha, Lazzari, Patric, Acerbi, Marusic, Milinkovic-Savic (40' st Basic), Leiva (34' st Cataldi), Luis Alberto (48' st Akpa Akpro), Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni. All. Sarri

 

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli, Muldur (29' st Toljan), Ayhan, Ferrari, Kyriakopoulos (1' st Rogerio), Frattesi (29' st Harroui), Henrique, Defrel (39' st Oddei), Raspadori, Traorè, Scamacca (44' st Samele). All. Dionisi

 

Ammoniti: Kyriakopoulos, Felipe Anderson, Frattesi, Harroui per gioco falloso.

La cronaca di Spezia-Venezia (GLI HIGHLIGHTS)

vedi anche

Mondiali Qatar 2022, il sorteggio dei gironi di qualificazione

Al Picco lo Spezia conquista tre punti importantissimi in chiave salvezza. Contro il Venezia finisce 1-0, grazie al gol di Gyasi arrivato nel recupero. Thiago Motta sceglie come titolari in attacco Kovalenko, Agudelo e Gyasi. Zanetti risponde con il tridente Aramu, Okereke, Johnsen. La prima palla gol della partita è al 34’, con Maenpaa che col piede riesce a deviare un tiro di Bastoni e salvare la sua porta. Quattro minuti dopo, Aramu centra la traversa su punizione. Il primo tempo finisce 0-0. Anche la ripresa sembra destinata a finire senza reti. Il primo squillo arriva all’86’, con Maenpaa ancora decisivo su un colo di testa di Manaj. Nel recupero, ecco il gol della vittoria: al 94’ Maenpaa para un tiro di Manaj, tap in di Gyasi che mette in rete a porta vuota. Lo Spezia sale a 32 punti, il Venezia (con una partita in meno) resta fermo a 22.

Il tabellino di Spezia-Venezia 1-0

49' Gyasi

SPEZIA
(4-3-3): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou, Reca (22' st Ferrer); Maggiore, Kiwior, Bastoni (45' st Sala); Kovalenko (11' st Verde), Gyasi, Agudelo (22' st Manaj). All. Thiago Motta

 

VENEZIA (4-3-3): Maenpaa; Ebuehi, Caldara, Ceccaroni, Haps; Cuisance (27' st Kiyine), Vacca (14' st Crnigoj), Ampadu; Aramu (37' st Nani), Okereke, Johnsen (14' st Nsame). All. Zanetti

Ammoniti: Maggiore, Manaj e Okereke per fallo di gioco, Gyasi per essersi tolto la maglia.

Sport: I più letti