Serie A, un algoritmo per stilare la classifica in caso di stop: ecco come funziona

Sport
©Getty

La Figc ha ideato una formula matematica per decidere i verdetti del campionato se quest’ultimo dovesse fermarsi nuovamente a causa del coronavirus. Nessuna classifica cristallizzata ma parametri aritmetici che tengono conto di diversi fattori tra cui la media punti in casa e in trasferta o la natura dei match ancora da giocare

A decidere i verdetti della Serie A potrebbe essere un algoritmo. È questa la proposta che la Figc ha ipotizzato: una formula aritmetica da utilizzare nel caso in cui la stagione del campionato di calcio subisse un nuovo stop causa coronavirus e non dovesse quindi finire sul campo. Nessuna classifica cristallizzata al momento dell’interruzione, dunque, ma una proiezione della classifica finale in base alle partite rimanenti che risulterà dall’algoritmo. 

Come funziona l’algoritmo

approfondimento

Serie A, riparte il campionato: date e orari del calendario. FOTO

Dal punto di vista prettamente matematico, l’algoritmo che potrebbe decidere tutti i verdetti, positivi o negativi, del campionato di Serie A si presenta con una formula apparentemente incomprensibile e particolarmente difficile:

 

Pt(x) + [(mpc t(x) x c t(z-x)) +(mpf t(x) x f t(z-x))]


In realtà, al di là della formula, il concetto che sta dietro a numeri e lettere è molto più semplice. Ecco in cosa consistono le singole parti dell’algoritmo e dunque i parametri che si utilizzerebbero per decretare ogni verdetto:

Pt(x) sono i punti nella attuale classifica

mpc t(x) è la media punti casalinghi della squadra considerata. Il dato arriva da: punti fatti in casa diviso partite fatte in casa

c t (z-x) è il numero di gare casalinghe che rimangono da disputare della squadra considerata

mpf t(x) è la media punti in trasferta della squadra considerata. Il dato arriva da: punti fatti fuori casa diviso partite fatte fuori casa

f t (z-x) è il numero di gare fuori casa che rimangono da disputare della squadra considerata.

La stessa Figc, inoltre, ha ricordato come al momento non sarebbe possibile calcolare algoritmicamente la classifica della Serie A perché "l'applicazione dell'algoritmo è limitata ai soli tornei che fanno registrare un percorso di ripresa non inferiore a 3 (tre) turni di campionato". Quindi per poter abbozzare una prima classifica in proiezione calcolata con l’algoritmo sarà necessario aspettare i recuperi del 20 giugno e i successivi due turni.

Sport: I più letti