Sci alpino, le sorelle Nadia ed Elena Fanchini annunciano il ritiro dalle gare

Sport

Le due campionesse bresciane hanno dato la notizia con due post sui loro profili Instagram. Nadia, che nel 2018 ha sconfitto un tumore, parla di "una decisione sofferta". Elena: "È arrivato il momento di terminare questo bellissimo viaggio"

Dopo anni di gare disputate fianco a fianco, le sorelle Nadia ed Elena Fanchini hanno annunciato il loro ritiro dalle competizioni di sci. Le due campionesse bresciane hanno dato la notizia della fine della loro carriera agonistica nello stesso giorno, con due post sui loro profili Instagram e attraverso il sito della Fisi. Una decisione, la loro, che era attesa da tempo ma che, nei piani, doveva essere resa pubblica durante le finali di Coppa del Mondo in calendario un mese fa a Cortina d'Ampezzo, poi annullate a causa della pandemia di coronavirus (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - I NUMERI DELL'ITALIA: GRAFICHE).

I successi sugli sci

Nadia, 33 anni, diventata mamma di Alessandro a dicembre 2019, ha conquistato due vittorie in carriera in Coppa del mondo e due medaglie mondiali (argento in discesa libera a Schladming nel 2013 e bronzo in discesa a Val d'Isere nel 2009). Elena, 34 anni, un successo in Coppa e un argento iridato (Bormio 2005 in discesa), recentemente ha vinto la battaglia contro il cancro.

Elena: "Una decisione sofferta"

"Tanti dicono che quando arriva il momento di ritirarti lo senti dentro, per me non è così. È una decisione sofferta, non avrei mai voluto ritirarmi così, avrei voluto combattere sulle piste da sci", ha scritto Elena su Instagram. "Il mio fisico e le mie ginocchia non mi permettono più di reggere i carichi di lavoro e competere ad alto livello. Con un peso sul cuore sono arrivata a questa decisione. Ho vissuto anni meravigliosi, lo sci mi ha dato tantissimo, da quell incredibile giornata dei campionati del mondo di Bormio, quella splendida medaglia d’argento, mi ha reso la persona più felice del mondo", ha poi spiegato l’azzurra. 

Nadia: "Termina un bellissimo viaggio"

Parole cariche di emozione anche quelle scelte dalla sorella Nadia che, sempre su Instagram, ha scritto: "È arrivata anche per me l'ora dei saluti definitivi, un momento che ho sempre cercato di rimandare perché non pensavo di sentirmi pronta, poi in realtà ho capito che forse pronta non lo sarei mai stata.. si perché per me è stato difficile accettare e pensare che da quel cancelletto di partenza non partirò più". "È arrivato il momento di terminare questo bellissimo viaggio e iniziare quello che già vivo da qualche tempo", ha poi aggiunto, "sì perché da 4 mesi è arrivato Alessandro e da lì è iniziato un nuovo e meraviglioso capitolo della mia Vita, lui è in assoluto la mia vittoria più bella".

Dai podi agli infortuni, l'era delle sorelle Fanchini

Con il ritiro di Nadia e Elena si chiude il lungo periodo delle 'Fanchini Sisters'. Le sorelle Fanchini - Sabrina si era ritirata già nel 2016 - negli ultimi 15 anni sono state il simbolo della velocità azzurra. La prima a esordire in Coppa del mondo era stata Nadia, il 13 dicembre del 2003, sulle nevi della Val Badia in un gigante insolito per il circuito femminile, vinto dalla connazionale Denise Karbon. Nell'occasione non si qualificò per la seconda manche. Il primo risultato utile era poi arrivato con un 26esimo posto nel supergigante di Aare del successivo 21 febbraio. Nel 2004 il primo grande risultato, l'oro iridato juniores in supergigante. Per Elena, l'esordio nel Circo Bianco è datato 6-7 gennaio 2005, sulle nevi valtellinesi di Santa Caterina Valfurva con due 17esimi posti in discesa libera. Un mese dopo Elena, a 19 anni, stupì tutti conquistando l'argento in discesa ai Mondiali di Bormio. Ma nella storia delle due sorelle, oltre ai successi, ci sono stati anche tanti infortuni: cadute, fratture e lesioni alle ginocchia hanno infatti costretto sia Elena che Nadia a lunghi stop, anche in momenti cruciali. Come quello di Nadia nel gennaio del 2010 a un mese dalle Olimpiadi di Vancouver. Elena è stata invece fermata a poche settimane dai Giochi di PyeongChang 2018 da un tumore, che ha poi sconfitto. L'azzurra era quindi pronta a tornare alle gare, ma pochi giorni prima di riaprire il cancelletto di partenza, si era procurata un trauma distorsivo-contusivo al ginocchio sinistro e la frattura del perone prossimale, in allenamento. 

montagne del Caucaso.Dopo anni di gare disputate fianco a fianco, le sorelle Nadia ed Elena Fanchini hanno annunciato il loro ritiro dalle competizioni di sci. Le due campionesse, bresciane, hanno annunciato la fine della loro carriera agonistica nello stesso giorno, con due post sui loro profili Instagram.

 

 

Nadia, 33 anni, diventata mamma di Alessandro a dicembre 2019, ha conquistato due vittorie in carriera in Coppa del mondo e due medaglie mondiali (argento in discesa libera a Schladming nel 2013 e bronzo in discesa a Val d'Isere nel 2009). Elena, 34 anni, un successo in Coppa e un argento iridato (Bormio 2005 in discesa), recentemente ha vinto la battaglia contro il cancro.

 

 

"Tanti dicono che quando arriva il momento di ritirarti lo senti dentro, per me no è così. È una

decisione sofferta, non avrei mai voluto ritirarmi così,avrei voluto combattere sulle piste da sci", ha scritto Elena su Instagram. “Il mio fisico e le mie ginocchia non mi permettono più di reggere i carichi di lavoro e competere ad alto livello. Con un peso sul cuore sono arrivata a questa decisione. Ho vissuto anni meravigliosi, lo sci mi ha dato tantissimo, da quell incredibile giornata dei campionati del mondo di Bormio, quella splendida medaglia d’argento, mi ha reso la persona più felice del mondo”, ha poi spiegato l’azzurra. https://www.instagram.com/p/B_Rmvaep1Ve/

 

 

 

https://www.instagram.com/p/B_Rr2b3jcUb/

 

Parole cariche di emozione anche quelle scelte dalla sorella Nadia che, sempre su Instagram, ha scritto: “È arrivata anche per me l'ora dei saluti definitivi un momento che ho sempre cercato di rimandare perché non pensavo di sentirmi pronta, poi in realtà ho capito che forse pronta non lo sarei mai stata.. si perché per me è stato difficile accettare e pensare che da quel cancelletto di partenza non partirò più”. “È arrivato il momento di terminare questo bellissimo viaggio e inIziare quello che già vivo da qualche tempo”, ha poi aggiunto, “si perché da 4 mesi è arrivato Alessandro e da li è iniziato un nuovo e meraviglioso capitolo della mia Vita, lui è in assoluto la mia vittoria più bella”.

 

 

 

Con il ritiro di Nadia e Elena si chiude il lungo periodo delle 'Fanchini Sisters'. Le sorelle Fanchini - Sabrina si era ritirata già nel 2016 - negli ultimi 15 anni sono state il simbolo della velocità azzurra. La prima ad esordire in Coppa del mondo era stata Nadia, il 13 dicembre del 2003, sulle nevi della Val Badia in un gigante insolito

per il circuito femminile, vinto dalla connazionale Denise Karbon. Nell'occasione non si qualificò per la seconda manche. Il primo risultato utile era arrivato con un 26esimo posto nel supergigante di Aare del successivo 21 febbraio. Nel 2004 il primo grande risultato, l'oro iridato juniores in supergigante.

Per Elena, l'esordio nel Circo Bianco è datato 6-7 gennaio 2005 sulle nevi valtellinesi di Santa Caterina Valfurva con due 17esimi posti in discesa libera. Un mese dopo Elena, 19 anni, stupì tutti conquistando l'argento in discesa ai Mondiali di Bormio. Ma nella storia delle due sorelle, oltre ai successi, ci sono stati anche tanti infortuni: cadute, fratture e lesioni alle ginocchia hanno infatti costretto si Elena che Nadia a lunghi stop. Il più amaro, quello di Nadia nel gennaio del 2010 a un mese dalle Olimpiadi di Vancouver quando ruppe crociato anteriore, crociato posteriore e collaterali delle ginocchia. Elena è stata invece fermata a poche settimane dai Giochi di PyeongChang 2018 da un tumore, che ha poi sconfitto.

Dopo anni di gare disputate fianco a fianco, le sorelle Nadia ed Elena Fanchini hanno annunciato il loro ritiro dalle competizioni di sci. Le due campionesse, bresciane, hanno annunciato la fine della loro carriera agonistica nello stesso giorno, con due post sui loro profili Instagram.

 

 

Nadia, 33 anni, diventata mamma di Alessandro a dicembre 2019, ha conquistato due vittorie in carriera in Coppa del mondo e due medaglie mondiali (argento in discesa libera a Schladming nel 2013 e bronzo in discesa a Val d'Isere nel 2009). Elena, 34 anni, un successo in Coppa e un argento iridato (Bormio 2005 in discesa), recentemente ha vinto la battaglia contro il cancro.

 

 

"Tanti dicono che quando arriva il momento di ritirarti lo senti dentro, per me no è così. È una

decisione sofferta, non avrei mai voluto ritirarmi così,avrei voluto combattere sulle piste da sci", ha scritto Elena su Instagram. “Il mio fisico e le mie ginocchia non mi permettono più di reggere i carichi di lavoro e competere ad alto livello. Con un peso sul cuore sono arrivata a questa decisione. Ho vissuto anni meravigliosi, lo sci mi ha dato tantissimo, da quell incredibile giornata dei campionati del mondo di Bormio, quella splendida medaglia d’argento, mi ha reso la persona più felice del mondo”, ha poi spiegato l’azzurra. https://www.instagram.com/p/B_Rmvaep1Ve/

 

 

 

https://www.instagram.com/p/B_Rr2b3jcUb/

 

Parole cariche di emozione anche quelle scelte dalla sorella Nadia che, sempre su Instagram, ha scritto: “È arrivata anche per me l'ora dei saluti definitivi un momento che ho sempre cercato di rimandare perché non pensavo di sentirmi pronta, poi in realtà ho capito che forse pronta non lo sarei mai stata.. si perché per me è stato difficile accettare e pensare che da quel cancelletto di partenza non partirò più”. “È arrivato il momento di terminare questo bellissimo viaggio e inIziare quello che già vivo da qualche tempo”, ha poi aggiunto, “si perché da 4 mesi è arrivato Alessandro e da li è iniziato un nuovo e meraviglioso capitolo della mia Vita, lui è in assoluto la mia vittoria più bella”.

 

 

 

Con il ritiro di Nadia e Elena si chiude il lungo periodo delle 'Fanchini Sisters'. Le sorelle Fanchini - Sabrina si era ritirata già nel 2016 - negli ultimi 15 anni sono state il simbolo della velocità azzurra. La prima ad esordire in Coppa del mondo era stata Nadia, il 13 dicembre del 2003, sulle nevi della Val Badia in un gigante insolito

per il circuito femminile, vinto dalla connazionale Denise Karbon. Nell'occasione non si qualificò per la seconda manche. Il primo risultato utile era arrivato con un 26esimo posto nel supergigante di Aare del successivo 21 febbraio. Nel 2004 il primo grande risultato, l'oro iridato juniores in supergigante.

Per Elena, l'esordio nel Circo Bianco è datato 6-7 gennaio 2005 sulle nevi valtellinesi di Santa Caterina Valfurva con due 17esimi posti in discesa libera. Un mese dopo Elena, 19 anni, stupì tutti conquistando l'argento in discesa ai Mondiali di Bormio. Ma nella storia delle due sorelle, oltre ai successi, ci sono stati anche tanti infortuni: cadute, fratture e lesioni alle ginocchia hanno infatti costretto si Elena che Nadia a lunghi stop. Il più amaro, quello di Nadia nel gennaio del 2010 a un mese dalle Olimpiadi di Vancouver quando ruppe crociato anteriore, crociato posteriore e collaterali delle ginocchia. Elena è stata invece fermata a poche settimane dai Giochi di PyeongChang 2018 da un tumore, che ha poi sconfitto.

Sport: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Non perderti le tue notizie locali

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.