Coronavirus, giocatore degli Utah Jazz positivo: sospesa la Nba

Sport

Il campionato di basket statunitense si ferma in seguito al primo caso di Covid-19: si tratta di Rudy Gobert, centro francese della squadra di Salt Lake City. L’annuncio è stato dato poco prima del match tra gli Jazz e Oklahoma, partita fermata durante il riscaldamento

La regular season di Nba è stata sospesa a causa del coronavirus. La decisione di fermare il campionato di basket statunitense è stata presa in seguito alla positività di Rudy Gobert, atleta degli Utah Jazz. Il francese, già febbricitante e segnalato come influenzato prima del match contro gli Oklahoma City Thunder, è dunque il primo giocatore Nba positivo al Covid-19. (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - LE MISURE ADOTTATE DA TRUMP)

Utah Jazz: "Avvertita immediatamente l'Nba"

Proprio il match tra Utah Jazz e l’attuale squadra di Danilo Gallinari è stata così sospesa quando i due team stavano effettuando il riscaldamento. Poi è arrivato l’annuncio della sospensione dell’intero campionato. In realtà, Rudy Gobert non si trovava alla Chesapeake Energy Arena, il palazzetto di Oklahoma, ma in maniera precauzionale era stato tenuto in isolamento. Secondo quanto riportato dalla stessa società di Salt Lake City, “il giocatore è risultato negativo al test influenzale, ma presentava una chiara infezione alle vie respiratorie. Tali sintomi sono diventati sempre meno importanti, ma per mantenere tutte le precauzioni del caso e in collaborazione con i medici Nba e l’ufficio di sanità pubblica dell’Oklahoma, abbiamo deciso di sottoporre Gobert al test del Covid-19. Una volta risultato positivo abbiamo subito informato la Nba”. (OMS DICHIARA PANDEMIA - LA DIFFUSIONE GLOBALE IN UNA MAPPA).

Sport: I più letti