Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Calcio, Coppa America 2019: perché hanno partecipato Giappone e Qatar

Il centrocampista della nazionale giapponese Shōya Nakajima nella partita contro l'Ecuador (foto: Getty Images)
3' di lettura

Dal 1993 alla competizione continentale partecipano anche due Paesi invitati che non fanno parte del Sud America. Quest'anno le due ospiti sono state le finaliste della Coppa d'Asia

Qatar e Giappone hanno partecipato a questa Coppa America 2019 pur non essendo Paesi sudamericani. Il motivo? Fin dal 1993 la competizione continentale ha messo a disposizione due posti anche a nazionali non affiliate alla Conmebol, la federazione calcistica sudamericana. Nel caso dell'edizione 2019, si tratta delle due finaliste della Coppa d'Asia che si sono guadagnate il pass per il Brasile, Paese ospitante della rassegna 2019.

Come è cambiato il format

Risale al 1916 la prima edizione in assoluto della Coppa America, giocatasi in Argentina. Alla competizione parteciparono solo quattro squadre inserite in un girone unico. Nel corso degli anni il format ha subito diverse modifiche. La formula a gironi, ad esempio, fu introdotta nel 1975, con tre gruppi formati da tre nazionali ciascuno. Più avanti, nel 1989, i gruppi si ridussero a due, ma da cinque squadre ciascuno. Per vedere nazionali non affiliate alla Conmebol bisogna aspettare il 1993, l'edizione disputatasi in Ecuador, nella quale ci furono i primi inviti. In quell'occasione furono Stati Uniti e Messico, della vicina Concacaf, Confederazione calcistica del Nord, Centro America e Caraibi. Ad oggi, infine, la formula prevede 10 nazionali sudamericane più due nazionali a invito, Qatar e Giappone appunto, distribuite in tre gironi da quattro squadre. Le prime due classificate di ogni girone più le due migliori terze passano ai quarti di finale a eliminazione diretta.

Ancora Qatar nella prossima edizione

La Coppa America, a partire dalla prossima edizione, sarà allineata alla competizione continentale europea e si disputerà negli anni pari. Si rigiocherà quindi nel 2020, quando l'Australia farà il suo debutto. Insieme a lei ci sarà ancora una volta il Qatar, anche in vista del Mondiale 2022, ospitato proprio dal Paese asiatico. A detenere il record del maggior numero di partecipazioni alla Coppa America come Paese ospite è il Messico, presente dieci volte nelle ultime dieci edizioni precedenti quella 2019. Nel complesso, da quando sono stati messi a disposizione i due posti a invito, le ospitate alla Coppa America sono state 26. Oltre al Messico, è il Costa Rica, con cinque, quella con più presenze. Seguono Usa con cinque, Giamaica con due, Honduras, Panama, Haiti, Giappone e Qatar con una. Nel 2016, il torneo del centenario è stato addirittura ospitato dagli Stati Uniti.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"