Pallamano: morto nel sonno Francesco Amendolagine, portiere del Bolzano

Sport

L’estremo difensore dell’Ssv Bozen Handball è stato ritrovato questa mattina da un dirigente della società nell’appartamento dove viveva. Disposta l’autopsia sul corpo

È morto improvvisamente nella notte Francesco Amendolagine, secondo portiere della squadra di pallamano Ssv Bozen Handball. Il corpo del giocatore è stato trovato questa mattina dal dirigente della società negli appartamenti sopra il centro commerciale dove viveva. Sul corpo è stata disposta l'autopsia.

Chi era

Amendolagine era considerato un globetrotter della pallamano perché in carriera aveva militato anche a Siena e recentemente a Mezzocorona in Trentino prima del passaggio a Bolzano in serie A1. Era anche stato inserito nel giro delle nazionali giovanili. Francesco assieme alla sua fidanzata Giulia Santoni, anche lei giocatrice di pallamano, avevano deciso di trasferirsi a vivere in Alto Adige. Amendolagine, decisivo nella recente finale di Coppa Italia vinta sul Pressano, oltre a giocare a pallamano era anche un ingegnere informatico.

Sport: I più letti