1994, il cast della serie tv

Da venerdì 4 ottobre alle 21.15 arriva su Sky Atlantic il capitolo finale della trilogia sugli anni che hanno cambiato il volto della politica e della società italiana. Da Stefano Accorsi a Miriam Leone, passando per Guido Caprino e Antonio Gerardi, ecco il cast di 1994 . - Tutte le news su 1994

1994, il trailer della serie tv 1994, le anticipazioni sulla serie tv

1994, il cast è... uno spettacolo

In 1992 e 1993, le serie tv Sky Original prodotte da Wildside, si raccontava il terremoto causato da Mani Pulite sulla politica e sulla società italiana. In 1994 (qui le foto in anteprima), capitolo conclusivo della trilogia in arrivo su Sky Atlantic da venerdì 4 ottobre, si racconta l’anno della Restaurazione.

Il 1994 è infatti l’anno della "discesa in campo" di Silvio Berlusconi, con il suo nuovo modo di fare politica per riproporre schemi vecchi quanto la Prima Repubblica. È l’anno in cui spettacolo e politica finiscono per compenetrarsi in maniera definitiva, improntando tutta quella che sarà la vita pubblica del Paese per i decenni a venire.

La serie tv nata da un'idea di Stefano Accorsi (la cui tagline, decisamente calzante, è "Che lo spettacolo abbia inizio") racconta in modo magistrale, tramite l’invenzione di personaggi fittizi, i fatti terribilmente reali che hanno mutato l’Italia in quel periodo. Per riuscire nell’impresa, è stato necessario l’apporto di una serie di attori di primissimo piano, a partire dallo stesso Accorsi. Ecco di seguito il cast di 1994.

1994: le anticipazioni sulla serie tv con Stefano Accorsi e Miriam Leone

1994, cast e personaggi della serie tv

Stefano Accorsi è Leonardo Notte

Se si parla del cast di 1994, non si può che cominciare da lui, dato che Stefano Accorsi non è solo l’attore di punta, ma anche l’ideatore della serie tv. Presentarlo sembra quasi superfluo, ma non guasta mai ricordare i suoi lavori principali, a partire da quel Jack Frusciante è uscito dal gruppo, tratto dall’omonimo romanzo generazionale di Enrico Brizzi, che ha contribuito a lanciarlo nel panorama cinematografico italiano, fino ad arrivare ai successi recenti fra i quali spicca la clamorosa interpretazione in Veloce come il vento di Matteo Rovere, passando per cult come Radiofreccia, L’ultimo bacio, Le fate ignoranti, Santa Maradona, Romanzo Criminale. Giusto per citarne alcuni…

Nella serie tv 1994, Stefano Accorsi interpreta Leonardo Notte, partito come pubblicitario dal passato oscuro e, attraverso numerose vicissitudini, diventato consigliere di Silvio Berlusconi, del quale caldeggia l’ingresso in politica. Sul finire di 1993 lo vedevamo…in seria difficoltà, per usare un eufemismo, ma nei nuovi episodi torna sulla cresta dell’onda, pronto a tuffarsi nel pieno della rivoluzionaria campagna elettorale del Cavaliere. Come siano andate le cose, già lo sappiamo, ma la missione per la conquista (e soprattutto il mantenimento) del potere di Leo non potrà certo essere una passeggiata.

Guido Caprino è Pietro Bosco

Talentuoso attore siciliano, Guido ha la sua prima grande occasione ne I viceré di Roberto Faenza. Da lì lavora a più riprese sui set cinematografici e soprattutto televisivi, costruendosi una carriera di tutto rispetto, tanto da diventare nel 2009 protagonista della serie tv Il commissario Manara. Il grande salto arriva prima con l’adattamento italiano di In Treatment e poi proprio con 1992. Ma la conferma definitiva della sua bravura la dà con la sua interpretazione in un’altra produzione Sky, ovvero Il miracolo, la serie tv creata da Niccolò Ammaniti, in cui interpreta il primo ministro Fabrizio Pietromarchi.

All’interno del cast di 1994, gli è toccato l’incarico di interpretare Pietro Bosco, ex militare della Marina dai modi un po’ rozzi, datosi alla politica nei ranghi della nascente Lega Nord. Divenuto più smaliziato rispetto ai suoi esordi “ruspanti”, arriva a una posizione di prestigio e capisce finalmente come funziona il gioco (non quello del rugby a cui era appassionato, bensì quello, in un certo senso molto più brutale, della politica italiana). A lui l’ardua scelta: continuare a credere nei propri ideali o cedere alle lusinghe dell’opportunismo politico?

Miriam Leone è Veronica Castello

Il ruolo di Veronica Castello è come sempre di Miriam Leone. Arrivata alla ribalta grazie alla vittoria a Miss Italia nel 2008, Miriam ha dimostrato ben presto di avere le carte in regola per ambire a una carriera da attrice. La consacrazione arriva con parti di rilievo in film come Un paese quasi perfetto, In guerra per amore, Fai bei sogni, oltre che naturalmente con il ruolo da protagonista in 1992.

I tempi in cui Veronica era una showgirl affamata di successo sono ormai lontani. Dopo gli avvenimenti narrati in 1993, quella che tutti considerano ancora poco più che una ragazza-immagine ha capito che è arrivato il momento di fare sul serio entrando in politica in prima persona. In questo modo, nessuno la considererà più la “protetta” dell’uomo potente di turno. Ma la strada per convincere alleati e rivali a prenderla sul serio è ancora lunga.

Antonio Gerardi è Antonio Di Pietro

Conduttore radiofonico e inviato in tv per le Iene, Antonio esordisce al cinema nel 2007 ne Il rabdomante di Fabrizio Cattani, e da allora prende parte a numerose produzioni sia televisive che cinematografiche, come Basilicata Coast to Coast, Qualunquemente, Diaz – Don’t Clean Up This Blood e La ragazza nella nebbia.

Il suo personaggio in 1994 è noto ai più, visto che interpreta Antonio Di Pietro, il magistrato protagonista di Mani Pulite, volto del terremoto che demolì a suon di inchieste la Prima Repubblica. Questa volta, però, Di Pietro si trova di fronte a un avversario le cui risorse sembrano non avere limite: stiamo ovviamente parlando di Silvio Berlusconi.

1994, ecco il trailer

Giovanni Ludeno è Dario Scaglia

Lo spazio bianco, Il giovane favoloso e il recente 5 è il numero perfetto sono i principali cimenti cinematografici di Giovanni Ludeno, che in 1994 interpreta Dario Scaglia. Il fedelissimo di Di Pietro sembra giunto a un punto cruciale delle sue indagini, convinto di trovare il nodo che lega alcune tangenti a una delle aziende di Silvio Berlusconi. La verità, però, ha sempre un prezzo.

Paolo Pierobon è Silvio Berlusconi

Attore attivo tanto in teatro, che al cinema e in tv, Paolo Pierobon è ricordato da molti come Filippo De Silva nella serie tv Squadra antimafia. Pluripremiato per la sua attività teatrale, ha preso parte a produzioni cinematografiche come Il capitale umano, Alaska e Quo vado?

Anche sul suo personaggio, ça va sans dire, c’è poco di nuovo da raccontare, visto che nel bene e nel male Silvio Berlusconi è stata una delle figure pubbliche più influenti degli ultimi decenni. In 1994 viene raccontato il suo trionfale ingresso in politica, non esente però da difficoltà, a cominciare dai rapporti con gli alleati e dal pressing stretto della magistratura.

Miriam Leone: le foto più belle