Tommaso Paradiso, il testo di "La Stagione del Cancro e del Leone" nuovo singolo

Musica

Come promesso nei giorni scorsi sui social, è arrivato puntuale alla mezzanotte di mercoledì 15 dicembre, in radio e streaming, il nuovo singolo di Tommaso Paradiso. “La Stagione del Cancro e del Leone” anticipa l’uscita del primo album da solista a marzo

Come ha promesso alcuni giorni fa, tramite un lungo messaggio social in cui Tommaso Paradiso raccontava la nuova data di uscita del disco “Space Cowboy” e dei due concerti gratuiti in programma il prossimo 21 e 23 gennaio a Milano e Roma, il cantautore romano ha anche pubblicato il suo nuovo singolo. Si intitola “La Stagione del Cancro e del Leone” ed è uscito alla mezzanotte di mercoledì 15 dicembre sulle piattaforme in streaming. Il suo debutto in radio sarà invece venerdì. Scritto da Tommaso Paradiso in compagnia di Dario Faini alias Dardust e con la produzione di Federico Nardelli, “La Stagione del Cancro e del Leone” è una canzone malinconica, con un esplicito rimando alla stagione estiva e le sue sensazioni più tipiche. Il cantante richiama per l’appunto alla mente immagini di spiagge e di onde e momenti di spensieratezza che ora sono solo un ricordo a contrasto con la routine e il grigiore del freddo periodo invernale.

Tommaso Paradiso descrive la canzone

approfondimento

Tommaso Paradiso, due concerti gratuiti nel 2022 a Roma e Milano

Ecco le parole che il cantautore romano, ex frontman dei Thegiornalisti, ha dedicato alla stampa in occasione della presentazione dell’inedito “La Stagione del Cancro e del Leone” e del suo significato: “La malinconia. Questo stato emotivo ancora non del tutto chiaro, che sopravvive a un passo dalla tristezza che appunto tristezza non è. Non è tragedia e non è neanche infelicità, perché la malinconia scuote, turba ma non abbatte. È piuttosto la luce opaca e lontana dalla fiamma di una candela in mezzo al buio della notte. Ogni volta che sono in montagna guardo le cime innevate e in fondo penso soltanto che al di là di quelle vette ci sia il mare. Entro nei rifugi che sono sudato dopo aver sciato, mi cambio la maglietta, mi calo del vin caldo, chiudo gli occhi e immagino le partenze e gli arrivi ad agosto nel porto di Olbia. Mi dico che questo freddo non sarà per sempre. Ecco per me la montagna è un bel viatico per accedere alla malinconia. E questa canzone non è stata scritta per l’estate ma per l’estate che abbiamo dentro anche d’inverno. È una voglia irresistibile, un accenno di manica corta”.

Il testo di “La Stagione del Cancro e del Leone”

approfondimento

Tommaso Paradiso, è Space Cowboy il nuovo album: uscirà a gennaio 2022

Ma che splendida mattina
E che gioia questi alberi
L'aria fresca sa di pino
Serve una musica tipo, tipo
Tipo questa

E non posso stare male
Quando gli amici stanno bene
E quando tutti vanno al mare
Con le facce rilassate

Non puoi stare a commentare
Quando fuori splende il sole
E non hai visto quanti uccelli
Quante spose e quanti fiori

Ci vogliamo alzare
La scuola è finita
La messa è finita
L'ho sentito pure al televisore
E invece la stagione del Cancro e del Leonе
La dobbiamo giocare noi

Ma che bella gеnte in giro
In motorino, a piedi tutti
Sembra quasi sia arrivata
La dolcezza sulle onde

E non posso stare male
Quando gli amici stanno bene
E quando tutti vanno al mare

Con le facce rilassate
Non puoi stare a commentare
Quando fuori splende il sole
E non hai visto quanti uccelli
Quante spose e quanti fiori

Ci vogliamo alzare
La scuola è finita
La messa è finita
L'ho sentito pure al televisore
E invece la stagione del Cancro e del Leone
La dobbiamo giocare noi
La dobbiamo giocare
La dobbiamo giocare noi
La stagione del Cancro e del Leone
La dobbiamo giocare
La dobbiamo giocare noi
La stagione del Cancro e del Leone

Ci vogliamo alzare
La scuola è finita
La messa è finita
L'ho sentito pure al televisore
E invece la stagione del Cancro e del Leone
La dobbiamo giocare noi
La dobbiamo giocare
La dobbiamo giocare noi
La stagione del Cancro e del Leone
La dobbiamo giocare
La dobbiamo giocare noi
La stagione del Cancro e del Leone

Spettacolo: Per te