Diodato: il testo e il video di "L'uomo dietro il campione", la canzone su Roberto Baggio

Musica

Il cantautore Antonio Diodato è l’autore della canzone “L’uomo dietro il campione”, scelta come colonna sonora del film “Il Divin Codino” dedicato a Roberto Baggio

Una nuova canzone per Diodato, che firma il brano “L’uomo dietro il campione” in onore del grande calciatore Roberto Baggio.

È di Antonio Diodato il brano “L’uomo dietro il campione”, uscito oggi su tutte le piattaforme di streaming e in radio, che racconta attraverso la musica la storia del mito del pallone Roberto Baggio. La canzone è stata scelta per diventare la colonna sonora del film “Il Divin Codino”, in arrivo il prossimo 26 maggio su Netflix. Il lungometraggio ripercorre la carriera sportiva del campione di calcio, dagli inizi fino al famoso rigore della Finale di Coppa del Mondo 1994, tra Italia e Brasile.

Diodato, La carriera e il live in arrivo

approfondimento

Diodato in concerto all’Arena di Verona: info e biglietti

Antonio Diodato è un cantautore italiano, nato ad Aosta il 30 agosto 1981, ma romano d’adozione.

Dopo un inizio di carriera a Stoccolma, riesce a ritagliarsi un posto nel panorama musicale italiano ricevendo il suo primo contratto discografico nel 2013 per incidere il disco “E forse sono pazzo”.

Il cantante esordisce a Sanremo nel 2014, arrivando secondo nella sezione “Nuove proposte” con il brano “Babilonia”. Il successo arriva però nel 2020, grazie alla vittoria del Festival di Sanremo con “Fai Rumore”, trionfando davanti a Francesco Gabbani e ai Pinguini Tattici Nucleari.

Il ritorno di Diodato sul palco è previsto per il 19 settembre, quando si esibirà live sul palco dell’Arena di Verona.

“L’uomo dietro il campione”, il testo

approfondimento

"L'uomo dietro il campione", la musica di Diodato per Roberto Baggio

Più di vent'anni in un pallone

più di vent'anni ad aspettare quel rigore

per poi scoprire che la vita

era tutta la partita

era nel raggio di sole

che incendiava i tuoi sogni di bambino

era nel vento che spostava il tuo codino

che a noi già quello sembrava un segno divino

Era cercarsi un posto

in mezzo a un campo infinito

e poi trovare la gioia

quando il tempo ormai sembrava scaduto

era cadere e rialzarsi ascoltando il dolore

sentire come un abbraccio arrivarti dal cuore

di chi ti ha visto incantare il mondo con un pallone

senza nascondere mai

l'uomo dietro il campione

E poi c'è tutta la passione

e quella cieca e folle determinazione

che la destinazione

a volte è un'ossessione

le cicatrici e i trofei

a ricordarti chi sei stato e cosa sei

e maglie stese ad asciugare

sul filo di un destino che oggi può cambiare

E lì a cercarsi un posto

in mezzo a un campo infinito

per poi trovare la gioia

quando il tempo ormai sembrava scaduto

e poi cadere e rialzarsi accettando il dolore

sentire come un abbraccio arrivarti dal cuore

di chi ti ha visto incantare il mondo con un pallone

senza nascondere mai

l'uomo dietro il campione

Che poi Roberto in fondo tutto questo amore è pure figlio del coraggio

(figlio del coraggio)

di quel campione che toccava ogni pallone come se fosse la vita

lo so potrà sembrarti un'esagerazione

ma pure quel rigore

a me ha insegnato un po' la vita

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.