Le Vibrazioni al concerto del Primo Maggio, la carriera del gruppo pop rock italiano

Musica

La storia de Le Vibrazioni, una delle band rock pop più importanti d’Italia

Le Vibrazioni fanno parte dell’ampio gruppo di artisti che prenderanno parte al concerto del Primo Maggio a Roma. Un evento che, a causa del coronavirus (AGGIORNAMENTI - SPECIALE - LA MAPPA), deve necessariamente subire dei cambiamenti rispetto alle edizioni passate. A condurre sarà Ambra Angiolini, per il terzo anno consecutivo, con le esibizioni che si divideranno tra la capitale e alcune aree in Italia scelte dagli artisti. Ecco la storia di una delle band pop rock italiane più famose e importanti degli ultimi 20 anni.

Le Vibrazioni, la storia della band

Le Vibrazioni è una band celebre in tutta Italia, nata nel 1999. Il loro genere va dal pop al rock. La loro storia si divide in due fasi, quella che va dal 1999 al 2012 e quella che dal 2017 prosegue ancora oggi.

Dopo anni di gavetta, la band riesce a fare il proprio esordio nel 2003, sorprendendo tutti con il singolo “Dedicato a te”, disco di platino dopo poche settimane. Una canzone così famosa da spingere Elio e le storie tese a farci una parodia. Nello stesso anno viene pubblicato il loro primo album, dal titolo “Le Vibrazioni”, che supera quota 300mila copie vendute.

Il gruppo vanta come cantante e chitarrista Francesco Sarcina, che è anche il principale compositore. Al suo fianco vi sono il tastierista e chitarrista Stefano Verderi, il bassista Marco Castellani e il batterista Alessandro Deidda. Per un breve periodo la band ha aperto le porte a Emanuele Gardossi, che ha sostituito Castellani dal 2008 al 2012, ovvero fino alla pausa presa dal gruppo.

Sul finire del 2004 pubblicano un nuovo singolo, dal titolo “Raggio di sole”, che anticipa il secondo album “Le Vibrazioni II”. È l’anno della partecipazione al Festival di Sanremo, con il brano “Ovunque sarò”. Trascorrono invece due anni prima del terzo lavoro in studio, dal titolo “Officine meccaniche”, anticipato dal singolo “Se”. Questo è un disco molto importante, considerando come porti il gruppo verso sonorità rock.

Nel 2008 Castellani dice addio alla band, dedicandosi a un progetto col gruppo “Octopus”. Il primo singolo con la nuova formazione è “Insolita”, incluso nella colonna sonora di “Colpo d’occhio”, film di Sergio Rubini. Nello stesso anno viene pubblicato il primo album live, “En vivo”. Nel 2009 esce invece l’album “Le strade del tempo”, anticipato dal singolo “Respiro”.

Nel 2010 sono coinvolti da Sky Sport per quello che sarà il brano che accompagnerà l’Italia ai mondiali, “Invocazioni al cielo”, inserito nel disco “Le strade del tempo”. Si arriva dunque al 2012, ovvero alla pausa indeterminata del gruppo.

Le Vibrazioni, il ritorno

I fan hanno potuto esultare il 30 giugno 2017, data nella quale la band ha annunciato il proprio ritorno sulle scene, con la formazione originale. Un anno dopo prendono parte al Festival di Sanremo, cantando “Così sbagliato”.

Nel 2018 è stato pubblicato il loro quinto album in studio, “V”. Nel 2019 invece Sarcina scrive un singolo che omaggia “Dedicato a te”. Si intitola “Cambia”. È seguito dal singolo “L’amore mi fa male”, con la band che prende poi parte, per la terza volta, al Festival di Sanremo, portando il brano “Dov’è”, che vale loro il quarto posto. 

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.