Ornella Vanoni, le 5 migliori canzoni

“L’appuntamento” e non solo, ecco le migliori canzoni della leggenda italiana Ornella Vanoni

Scopri tutto su Sanremo 2020: lo SPECIALE Festival di Sanremo, 69 edizioni in 69 foto: tutti i cantanti e i vincitori

Nata a Milano nel 1934, Ornella Vanoni è una delle stelle della musica leggera italiana. Sono ben 61 gli album da lei pubblicati, per una carriera che la vede protagonista della scena nazionale dal 1956 a oggi.

Tutto ha inizio nel 1953, quando decide di iscriversi all’Accademia di arte drammatica di Giorgio Strehler, divenendone l’allieva prediletta. La sua prima incisione discografica risale al 1958. Firma con l’etichetta Ricordi, dando seguito a una carriera luminosa, che l’ha vista partecipare per ben otto volte al Festival di Sanremo:

  • Sanremo 1965: “Abbracciami forte”
  • Sanremo 1966: “Io ti darò di più”
  • Sanremo 1967: “La musica è finita”
  • Sanremo 1968: “Casa Bianca”
  • Sanremo 1970: “Eternità”
  • Sanremo 1989: “Io come farò”
  • Sanremo 1999: “Alberi”
  • Sanremo 2018: “Imparare ad amarsi”

Ospite del Festival di Sanremo 2020, condotto da Amadeus, sarà al fianco di Alberto Urso, cantando “La voce del silenzio” nella terza serata, dedicata alle cover. Ecco dunque le sue migliori canzoni, che hanno segnato un’epoca:

  • Senza fine
  • Io ti darò di più
  • Insieme a te non ci sto più
  • L’appuntamento
  • Una ragione in più

Senza fine

Scritta da Gino Paoli, che si lasciò ispirare proprio da Ornella Vanoni, al tempo sua musa e compagna. Fu lei a registrare la canzone per prima, pubblicandola nel 45 giri “Senza fine/Se qualcuno ti dirà. Era il 1961 e la sua etichetta intendeva sfruttare il suo lato più sexy, allontanandola dalle “canzoni della mala”.

Io ti darò di più

Con gli anni ha avuto modo di parlare di questo brano, spiegando come sia stata una forzatura della sua casa discografica. Si tratta però, ad ogni modo, di uno dei suoi maggiori successi, portato anche a Sanremo e inserito nell’album “Ornella” del 1966.

Insieme a te non ci sto più

Anche in questo caso si fa riferimento a un brano particolarmente celebre. Quella della Vanoni è però soltanto una delle tante versioni realizzate. Senza dubbio però tra le più famose. Il testo e la musica appartengono a un altro genio italiano, Paolo Conte.

L’appuntamento

È il vero e proprio cavallo di battaglia di Ornella Vanoni. Un brano amatissimo dai suoi fan, che è di fatto grandemente ispirato a “Honey (I Miss You)” di Bobby Russell.

Una ragione in più

Da un incrocio di talenti non può che nascere un capolavoro. Questo singolo è stato infatti scritto da Franco Califano e Ornella Vanoni, mentre la musica è opera di Mino Reitano. Un successo senza tempo.