Michael Jackson: i video più iconici del Re del Pop

Musica

Matteo Rossini

michael-jackson-getty

Michael Jackson, simbolo universale del pop, ha riscritto il modo di fare musica con brani, testi e video musicali che hanno ridettato le regole del mondo dello spettacolo.

Quando si parla del “Re del Pop” è difficile poter fare una lista delle sue opere principali o indicare i punti fondamentali della sua discografia, stiamo parlando dell’artista che più di ogni altra persona al mondo ha influenzato musica, cinema, spettacolo e soprattutto società. A quasi dieci anni di distanza dalla prematura scomparsa, Michael Jackson è, e lo sarà per sempre, il simbolo universale della musica pop. Nella sua carriera, fatta da centinaia di milioni di copie vendute in tutto il mondo, ha completamente stravolto le regole del mercato diventando un’icona immortale. Non solo musica, ma anche video che sono passati alla storia rendendolo il fondatore del pop.

Scream

Nonostante non sia il primo video a cui si pensi quando si ci si ritrovi a parlare di Jacko, Scream rappresenta un importate punto di svolta nel modo di fare musica. Il brano è l’esplosiva collaborazione con sua sorella Janet e se i fratelli Jackson decidono di unire le forze, il risultato non può che essere straordinario. Il video entra nel Guinness dei Primati come il più costoso della storia della musica con un budget di realizzazione di circa sette milioni di dollari. Nel filmato, completamente in bianco e in nero, sono presenti anche innesti di anime giapponesi, tendenza che poi verrà seguita anche da altri artisti, ma molti anni dopo. La presenza scenica dei due fratelli incolla lo spettatore allo schermo che non può far altro che prendere atto di come il talento della famiglia Jackson sia inarrivabile. Ovviamente i Grammy Awards del 1996 lo premiamo come il miglior video musicale dell’anno.

 

You Rock My world

You Rock My World non è tra i video più famosi del cantante ma rappresenta un’ulteriore dimostrazione, come se ce ne fosse ancora bisogno, della grandezza dell’artista. Siamo nel 2001, il singolo fa da apripista a Invincible, l’ultimo disco di inediti prima della scomparsa. Se i fasti degli anni ’80 e ’90 possono sembrar lontani, Michael dimostra che non è affatto così, infatti ancora una volta sorprende il pubblico con un lavoro che sembra essere più un film che un classico video musicale dimostrando a tutti il suo essere invincibile e inarrivabile. La canzone è un successo nelle chart di tutto il mondo grazie alla vendita di centinaia di migliaia di copie, in Italia il brano viene certificato con il disco di platino.

 

Black or White

Il brano, uscito nel 1991 come primo singolo estratto da Dangerous, si rivela un successo planetario vendendo milioni di copie, solo negli Stati Uniti infatti sono oltre otto, cifre che oggi difficilmente vengono raggiunte. Il video, così come il testo della canzone, è un duro attacco al razzismo in difesa dell’uguaglianza, se poi pensiamo che l'uscita avvenne nei primi anni ’90, è facile intuire le numerosissime polemiche sollevate.

 

Bad

È il 1987 quando Michael Jackson regala al mondo un nuovo capolavoro, si tratta del video di Bad, secondo singolo estratto dall’album omonimo. La regia viene curata da Martin Scorsese e la durata della versione integrale è di circa 20 minuti. Una nuova dimostrazione della grandiosità di Michael che unisce musica e cinema in un prodotto televisivo.

 

Thriller

Inserire Thriller come primo della lista sarebbe stato troppo facile così come è troppo difficile provare a scriverne dell’importanza, il video non rappresenta soltanto un nuovo modo di fare musica o l’imposizione di nuovi canoni discografici ma è una vera e indiscussa opera d’arte.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24