Boombdabash con Rocco Hunt a Sanremo 2019

boombdabash rocco hunt duetti sanremo 2019
@Getty Images

Nella quarta e penultima serata di Sanremo 2019, i Boombdabash duetteranno con Rocco Hunt 

SPECIALE SANREMO

Nella quarta serata del Festival di Sanremo 2019 tutti e 24 i big in gara torneranno a esibirsi, duettando con diversi ospiti. Tra questi, ci saranno anche i Boombdabash, che saranno accompagnati dal rapper salernitano Rocco Hunt. Questa serata sarà particolarmente importante per tutti i concorrenti, poiché entrerà in gioco per la prima volta la giuria degli esperti, che avrà un peso del 20% nel decretare il vincitore di questa 69esima edizione del Festival di Sanremo. 

La quarta serata di Sanremo e di duetti

Il quarto e penultimo appuntamento del Festival di Sanremo, previsto per questo venerdì 8 febbraio, vedrà salire nuovamente sul palco dell’Ariston i 24 artisti in gara, per esibirsi in duetti con gli ospiti della serata. Ogni cantante presenterà una versione rivisitata del proprio brano insieme all’artista con cui ha scelto di esibirsi. Alcuni big, infatti, hanno puntato a cantanti di generi e stili molto lontano dal loro, altri invece, hanno voluto al proprio fianco ballerini, musicisti e anche attori. 

I Boomdabash con Rocco Hunt

Durante la serata dedicata ai duetti, i Boomdabash hanno scelto di presentare “Per un milione” insieme a uno dei co-autori del brano: Rocco Hunt, rapper salernitano già vincitore di Sanremo Giovani nel 2014 con la canzone “Nu juorno buono” e in gara tra i big nel 2016 con il singolo “Wake up”. “Per un milione”, e già disponibile su tutte le piattaforme di streaming digitale a da mercoledì 6 febbraio e verrà incluso in “Barracuda – Predator edition 2019”, speciale riedizione sanremese del loro ultimo album, in uscita venerdì 8 febbraio.

“Per un milione”: un tocco di hip-pop e rap nella serata dei duetti

Per un milione”, il brano con cui i Boombdabash sono in gara in questa 69esima edizione del Festival di Sanremo, è un testo che parla di emozioni e sentimenti, quelli che caratterizzano la paternità e la gioia di aspettare un figlio. L’inedito descrive quanto sia forte questo desiderio anche negli uomini e quanto la felicità di avere un bambino non possa essere eguagliata da nulla al mondo, neanche dai soldi. La band salentina mette a nudo i sentimenti degli uomini e lo fa senza rinunciare allo stile tipico della sua produzione musicale, ma con quella vena hip-hop che Rocco Hunt contribuirà ad esaltare, magari anche con qualche verso in napoletano. D’altronde il debutto del rapper salernitano al Festiva di Sanremo è avvenuto proprio con un brano in napoletano, “Nu juorno buono”, con cui ha vinto nella sezione “Nuove Proposte” nel 2014. Ecco il testo di “Per un milione”:

Ti aspetterò

Perché sei tu che porti il sole

E non c’è niente al mondo

Di migliore di te

Nemmeno vincere un milione

Ti giuro che l’attesa aumenta il desiderio

È un conto alla rovescia

Col tempo a rilento

Però ti sto aspettando come aspetto un treno

Come mia nonna aspetta un terno

Aspetterò che torni come aspetto il sole

Mentre sto camminando sotto un acquazzone

Come una mamma aspetta quell’ecografia

Spero che prenda da te

Ma con la testa mia

Ti aspetto come i lidi aspettano l’estate

Come le mogli dei soldati aspettano i mariti

Ti aspetto come i bimbi aspettano il Natale

Come i signori col cartello aspettano agli arrivi

E non è mai per me

 

Ti aspetterò

Come il caffè a letto a colazione

Come ad un concerto dall’inizio

Si aspetta il ritornello di quella canzone

 

Ti aspetterò

Perché sei tu che porti il sole

E non c’è niente al mondo

Di migliore di te

Nemmeno vincere un milione

 

Non c’è niente al mondo

Che vorrei di più di te

Di più di quel che adesso c’è già fra di noi

Nemmeno un milione

 

Non c’è niente al mondo che farei io senza te

Perché io non ti cambierei nemmeno per...

Nemmeno per un milione

 

Se mi cercherai io ti aspetto qui

Ti mando la posizione

Così se poi mi raggiungi

E poi ti stringo forte

Questa volta non sfuggi

Non ti perderò più

Aspetterò che torni come aspetto il mare

Mentre sto camminando sotto il temporale

Come una mamma aspetta il figlio fuori scuola

 

Ti aspetto come chi vorrebbe riabbracciarlo ancora

Ti aspetto come il gol che sblocca la partita

Come le mogli dei soldati aspettano i mariti

Ma già l’attesa è fantastica

Noi come benzina

In questo mondo di plastica

 

Ti aspetterò

Come il caffè a letto a colazione

Come ad un concerto dall’inizio

Si aspetta il ritornello di quella canzone

Ti aspetterò

Perché sei tu che porti il sole

E non c’è niente al mondo

Di migliore di te

Nemmeno vincere un milione

 

Non c’è niente al mondo

Che vorrei di più di te

Di più di quel che adesso c’è già fra di noi

Nemmeno un milione

Non c’è niente al mondo che farei io senza te

Perché io non ti cambierei nemmeno per...

Nemmeno per un milione