Ezra Miller, nuove accuse di violenza contro l'attore di The Flash

Cinema

Camilla Sernagiotto

©Getty

L’attore noto soprattutto per aver interpretato il supereroe DC Flash è stato nuovamente accusato per aver aggredito una donna in Germania e una a Reykjavík, in Islanda. Lo riportano in esclusiva i giornalisti Manori Ravindran e Adam B. Vary sul magazine statunitense Variety

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo


Ezra Miller, l’attore noto soprattutto per aver interpretato il supereroe DC Flash in nei film Justice League e The Flash, è stato nuovamente accusato di violenza. Stavolta le accuse sono per aver aggredito una donna in Germania e una a Reykjavík, in Islanda. Lo riportano in esclusiva i giornalisti Manori Ravindran e Adam B. Vary sul magazine statunitense Variety.

Nella primavera del 2020, mentre il contagio da Covid stava diventando una pandemia globale, Ezra Miller avrebbe dovuto iniziare a Londra le riprese dell'ultimo film di Harry Potter, ossia Animali fantastici: I segreti di Silente. Le riprese sono state interrotte il 15 marzo 2020, a causa del Covid.

“È diventato un frequentatore abituale dei bar della capitale islandese, Reykjavík, dove la gente del posto ha imparato a conoscerli e persino a fare amicizia con loro”, scrivono Manori Ravindran e Adam B. Vary su Variety (usando il pronome “loro” perché Miller chiede di essere chiamato con i pronomi they/them). “Molti hanno riconosciuto Miller dai loro primi film di successo, The Perks of Being a Wallflower del 2012 e We Need to Talk About Kevin del 2011, in cui interpretavano un adolescente problematico che portava arco e frecce a scuola e uccideva i suoi compagni di classe”, continua Variety.

Miller, allora 27enne, iniziò a mostrare anche un lato diverso e instabile della personalità, qualcosa che cominciò a preoccupare non poco gli islandesi.

"C'era sempre qualcosa con Ezra", ha detto a Variety Carlos Reynir, allora barista al Prikið Kaffihús, un pub situato nel cuore di Reykjavík.

Reynir ha detto di essere intervenuto in due litigi a Prikið che hanno coinvolto Miller. Il primo è stato un'accesa discussione tra Miller e un uomo che è iniziata come una presa in giro ma che si è conclusa con l'attore che ha messo le mani al collo dell'uomo, dopodiché l’ha schiaffeggiato. Reynir, che ha interrotto la rissa, dice che Miller in seguito si è scusato e che l'altro cliente ha accettato le scuse, motivo per cui all’attore è stato permesso di continuare a frequentare il locale. “È l'Islanda. Succede due volte ogni week-end”, ha sottolineato il barista.

Ma il successivo alterco, in cui Miller ha aggredito una giovane donna nello stesso bar, è stato più difficile da sottovalutare, come nota Variety. L'incidente è noto dato che il video è diventato virale online all'inizio di aprile 2020: si vede Miller mettere le mani al collo di una ragazza e spingerla a terra.
Subito dopo l'incidente, Variety ha interpellato la donna che è stata aggredita. Ha chiesto di rimanere anonima per motivi di privacy, e nell’articolo appena comparso su Variety racconta pubblicamente la sua storia per la prima volta.

Il video dell’aggressione

approfondimento

Ezra Miller di "Animali fantastici" di nuovo arrestato alle Hawaii

Nel video (sfocato) si vede Miller affrontare la donna. Costei sorride e chiede: "Vuoi combattere? È quello che vuoi?”. Miller a quel punto l'afferra per il collo, e lei sussulta. In quel momento la persona che ha filmato il video si ferma per intervenire, come è stato confermato a Variety dalla stessa vittima dell’aggressione.

Secondo tre fonti, la donna aveva parlato con Miller al bar prima della lite. Ha detto di avere chiesto informazioni sui piedi dell'attore - che erano visibili per via delle infradito - dopo aver notato alcune ferite, che Miller ha spiegato essere cicatrici di battaglia dovute a un combattimento. Dopo aver discusso su come si era procurato i graffi, la ragazza ha salutato per andarsene. Non prima di lanciare un guanto di sfida scherzoso: "Ma solo perché tu lo sappia, potrei portarti in una rissa". Miller ha risposto: "Vuoi davvero combattere?”, così la donna gli avrebbe risposto di andare a incontrarsi nell'area fumatori dopo due minuti.
Alla fine, Miller l'ha affrontata fuori dal bar.

Una scia di amarezza lasciata in Islanda

Quando Miller ha iniziato a frequentare il Prikið Kaffihús di Reykjavík, il comportamento insolito della star è stato dapprima attribuito ai capricci eccentrici di una celebrità. Il barista del locale ha sottolineato che la rapidità con cui Miller ha autodistrutto la propria reputazione in Islanda è stata incredibile.
Quando è accaduto l’incidente nel bar, un’amica della donna che aveva sfidato l’attore gli avrebbe detto: “La mia amica non doveva dirlo. Era solo uno scherzo, ovviamente, ma [Miller] l'ha preso alla lettera e si è arrabbiato molto ed è venuto fuori di corsa".

La vittima dell’aggressione nel locale islandese ha dichiarato: “All'improvviso, [sono] sopra di me, soffocandomi, continuando a urlarmi in faccia se voglio combattere. Il mio amico che sta filmando vede [loro] che non scherzano e che in realtà è una cosa seria, quindi interrompe le riprese e li spinge via da me mentre [stanno] ancora cercando di combattere. Due miei amici stanno trattenendo [Miller] mentre [stanno] urlando: 'Questo è quello che volevi! Questo è quello che volevi!'” (al momento dell'intervista, non era chiaro se la donna fosse consapevole che Miller usava il pronome loro, nota Variety).

L’amica della vittima ha detto che Miller ha sputato in faccia alla ragazza "più volte", un affronto pericoloso nei primi giorni pre-vaccino della pandemia. Il barista Reynir è corso fuori per interrompere la rissa. "[Miller] mi prende per la gola mentre sto cercando di accompagnarli fuori dalla porta [sul retro] e mi dice che non se ne andranno", ha detto Reynir. “Mi hanno sputato in faccia diverse volte”, ha aggiunto.
Variety ha verificato il racconto di Reynir interpellando altre tre fonti, incluso il direttore del locale Prikið.
La donna ha denunciato l'incidente alla polizia - e il rapporto è stato confermato da Variety - ma non ha voluto sporgere denuncia.

La storia di Nadia

approfondimento

Ezra Miller, l'attore di The Flash arrestato alle Hawaii

Anche un'altra donna, Nadia (che ha chiesto che fosse usato solo il suo nome di battesimo, preoccupata per la sua privacy), afferma in un'intervista a Variety che dopo un’amicizia con Miller durata due anni, l’attore si è presentato nel suo appartamento di Berlino una sera tardi nel febbraio 2022. Era stato invitato da lei, dopo che i due per mesi avevano comunicato quasi solo via sms.
Non si vedevano da quando avevano avuto un incontro sessuale (consensuale, precisa Variety) nel 2020. Ma dopo un'interazione amichevole, l'umore di Miller è cambiato bruscamente. Il motivo? Nadia gli ha detto che non avrebbe potuto fumare dentro casa sua.

"Questo li ha fatti esplodere (“il plurale si riferisce sempre al pronome they/them, ndr), ha detto Nadia. “Gli ho chiesto di andarsene circa 20 volte, forse di più. Hanno iniziato a insultarmi. […] Giravano per casa mia, guardavano tutto, toccavano tutto, spargevano foglie di tabacco sul pavimento. Era disgustoso e molto invadente”, ha raccontato la donna.

Dopo circa mezz'ora di suppliche, Nadia ha detto di aver finalmente convinto Miller ad andarsene, non prima di aver chiamato la polizia. L'incidente l'ha lasciata profondamente turbata. Ha comunque voluto chiarire il fatto di non essersi mai sentita a rischio di aggressione sessuale quella notte nel suo appartamento, tuttavia credeva che l'attore potesse in qualche modo attaccarla fisicamente, ha affermato.
Ha detto che Miller avrebbe cominciato ad accusarla di cose che lei non aveva fatto. “Hanno iniziato a dire che li avevo aggrediti. Li avevo picchiati. Li avevo feriti".

Quando finalmente Nadia è riuscita a cacciare di casa l’attore, ha chiamato la polizia per annullare la chiamata di soccorso.

"Pensavo fosse finita, ma non lo era", ha detto Nadia

Ma circa mezz’ora dopo, verso le 6 del mattino, Nadia ha sentito dei colpi alla porta d'ingresso del suo condominio. Quando ha guardato fuori, avrebbe visto Miller che cercava di sfondare la porta, mentre urlava che Nadia gli aveva rubato il passaporto e i soldi. Ha poi scoperto che Miller aveva lasciato una seconda giacca nel suo appartamento, contenente il passaporto e la carta di credito di Miller. L’ha gettata giù dal suo balcone per fargliela avere.

La conferma del racconto di Nadia da parte di 5 persone

approfondimento

The Flash, il primo teaser trailer del film con Ezra Miller

Cinque persone - due amiche, una sostenitrice dei diritti delle donne, un'assistente sociale e l'avvocato di Nadia - hanno detto a Variety di aver parlato con la ragazza subito dopo il suo presunto incontro con Miller e hanno confermato il suo racconto. Ad aprile Nadia ha presentato una denuncia penale, di cui Variety dà conferma dopo aver avuto accesso ai documenti depositati presso la Procura di Stato tedesca a Berlino. Mentre il pubblico ministero stava indagando sull'accusa di violazione di domicilio contro Miller, è stato interrotto il procedimento poiché l'attore non era più in Germania.

Circa un mese dopo il suo presunto incontro con Miller, Nadia ha letto le notizie secondo cui l'attore era stato arrestato dall'altra parte del mondo, mentre si trovava alle Hawaii, per condotta disordinata e molestie, dopo un altro turbolento incidente in un bar.
Nadia a quel punto si è resa conto di non essere sola nell’esperienza con l'attore. "Sembra essere uno schema", ha detto.

"Sembra esserci uno schema"

Quel presunto schema, prosegue Variety, è diventato più allarmante: dopo un secondo arresto alle Hawaii ad aprile (per aggressione di secondo grado, dopo aver presumibilmente lanciato una sedia contro una donna e averla lasciata con un taglio sulla fronte), l'attore ha ricevuto due ordini di restrizione. Il primo, come riportato dal Los Angeles Times, è stato quello dei genitori di una diciottenne della riserva indiana di Standing Rock nel Nord e Sud Dakota: ritengono che Miller abbia manipolato la figlia da quando aveva 12 anni fino ai 18. Il secondo è stato richiesto dai genitori di un'attuale dodicenne del Massachusetts, coinvolta in un incidente avvenuto pochi giorni prima del presunto incontro tra Nadia e Miller a Berlino.

Il Daily Beast ha riferito che Miller avrebbe avuto uno scontro aggressivo con la famiglia della dodicenne di Greenfield, nel Massachusetts. Il litigio sarebbe stato causato dal riferimento casuale della madre alla "sua tribù" e per l'affermazione di Miller che il gioco da tavolo Parcheesi si appropria della cultura rastafariana.
Miller avrebbe mostrato una pistola e avrebbe detto a un membro della famiglia: "Parlare in questo modo potrebbe metterti in una situazione davvero seria".

Le rivelazioni di Rolling Stone sui bambini ospitati in condizioni non sicure

approfondimento

Barbie, in una scena Margot Robbie reagisce a una molestia

Nel giugno 2022 Rolling Stone ha rivelato che Miller avrebbe ospitato una madre e i suoi tre figli piccoli nella propria fattoria del Vermont, in condizioni di vita non sicure, con pistole non protette sparse per l'ampia proprietà. La madre dei bambini ha detto a Rolling Stone che Miller l’avrebbe aiutata a sfuggire a un matrimonio tossico.

Il futuro cinematografico di Miller

Non è chiaro se Ezra Miller continuerà a recitare come Scarlet Speedster nei progetti futuri. Tuttavia la Warner Bros. è ancora decisa a far uscire il suo The Flash, film con un budget di 200 milioni di dollari, nel giugno 2023.
Secondo fonti a conoscenza dei fatti, la pellicola costa troppo perché lo studio lo scarti completamente e ne giri uno nuovo con un attore diverso nel ruolo di Miller. Inoltre quest’ultimo è praticamente in ogni scena, quindi vorrebbe dire rifare totalmente la pellicola, girandola ex novo.

A causa di questi scandali, adesso tutti gli occhi sono puntati sulla Warner Bros. e sul suo rapporto con Miller. Come sottolinea Variety, lo studio ha già dovuto minimizzare il coinvolgimento dell'attore in Animali fantastici: I segreti di Silente, uscito nelle sale lo scorso aprile.

Nessun commento dai rappresentanti di Miller

approfondimento

Kevin Spacey sarà processato per abusi sessuali a Londra

Alla richiesta di commenti da parte di Variety, per adesso i rappresentanti di Miller non hanno risposto. Una fonte vicina alla situazione ha rivelato a Variety che Miller vuole affrontare le accuse, ma per adesso avrebbe scelto di concentrarsi privatamente sulla propria salute e sulla guarigione.

Spettacolo: Per te