Liam Neeson apre su un suo ritorno in Star Wars: "Ma solo al cinema"

Cinema
©Getty

Possibili buone notizie per i fan di Star Wars, che potrebbero rivedere Liam Neeson nei panni di Qui-Gon Jinn. L’attore, però, pone la sua condizione: “Solo al cinema”

L’universo di Star Wars appassiona milioni di persone dal 1977, anno della prima pellicola uscita nelle sale intitolata in italiano Guerre stellari (Star Wars: Episodio IV – Una nuova speranza). Da quel momento, la saga di George Lucas ha continuato a espandersi con altri 8 film più innumerevoli progetti legati al piccolo schermo, tra serie tv e cartoni animati. Tra i tanti protagonisti che abbiamo visto, c’è anche quello di Qui-Gon Jinn, apparso nel 1999 in Star Wars: Episodio I – La minaccia fantasma. Egli è il maestro che istruirà Obi-Wan Kenobi e fu interpretato da Liam Neeson. A distanza di oltre 20 anni, il noto attore ha rilasciato una dichiarazione che potrebbe rallegrare i fan dell’universo galattico di Guerre Stellari.

Liam Neeson di nuovo Qui-Gon Jinn, ma a una condizione

approfondimento

Liam Neeson: "Addio ai film d'azione"

Al ComicBook per presentare il nuovo film Memory, che lo vedrà sul grande schermo nel 2022, Liam Neeson ha brevemente risposto ai cronisti che gli chiedevano se, in futuro, avrebbe voluto riprendere il ruolo di Qui-Gon Jinn nella saga di Star Wars: “Penso di sì, se fosse per un film. Sì, sono un po’ snob quando si parla di televisione perché mi piace il grande schermo”.

Una parziale apertura, dunque, alla ripresa del personaggio se però si dovesse parlare di un progetto da portare nei cinema. Per esempio, il prossimo venerdì 27 maggio uscirà su Disney + (visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick) la prima serie tv incentrata su Obi-Wan Kenobi dove, a questo punto, non vedremo Liam Neeson come attore, ma al massimo come doppiatore. L’attore ha infatti già ripreso in un certo senso il ruolo di Qui-Gon Jinn, ma solamente attraverso la voce, doppiando in un breve cameo del personaggio nei film Star Wars II – L’attacco dei cloni del 2002 e Star Wars: L’ascesa di Skywalker del 2019, oltre ad avergli prestato la voce in tre episodi della serie animata Star Wars: The Clone Wars. Ricordiamo che la serie tv su Obin-Wan Kenobi è solo l’ultima legata all’universo di Star Wars. Recentemente, infatti, abbiamo visto sul piccolo schermo The Mandalorian nel 2019 e The Book of Boba Fett pochi mesi fa a fine 2021.

La lunga carriera di Liam Neeson

approfondimento

Star Wars, nuova timeline che mette ordine tra film e serie TV

Liam Neeson è uno degli attori più completi del panorama internazionali, alternando ruoli come protagonista buono ad altri come antagonista principale, passando da diversi generi come la commedia, il dramma, il thriller e anche l’horror. Celebre la sua interpretazione di Oskar Schindler in Schindler’s list – La lista di Schindler del 1993 diretta da Steven Spielberg, che vinse ben 7 statuette ai premi Oscar. Molto apprezzata dalla critica e dai fan il suo ruolo in Batman Begins del 2005, primo film della trilogia sull’Uomo Pipistrello di Christopher Nolan, dove Liam Neeson è l’antagonista principale Ra’s al Ghul, inizialmente mentore di Bruce Wayne per poi diventare suo nemico avendo come scopo quello di bruciare Gotham, città natale del miliardario orfano, con l’obiettivo di farla rinascere con una nuova popolazione non più legata alla corruzione e alla criminale. Riprenderà tale ruolo con un breve cameo ne Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno del 2012.

Spettacolo: Per te