Oscar 2021, Academy pensa di posticipare la cerimonia e a nuove regole sulla diversità

Cinema

L’emergenza coronavirus potrebbe costringere la Academy a modificare la data degli Oscar 2021

Non è la prima volta che si parla della possibilità che la cerimonia di premiazione degli Oscar 2021 venga ufficialmente posticipata a causa della pandemia di Covid-19. Già lo scorso maggio, infatti, Variety aveva annunciato che la prossima edizione degli Academy Awards potrebbe non avere luogo a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus ( (LO SPECIALE)

La cerimonia degli Oscar potrebbe essere rinviata

approfondimento

Netflix diserterà i festival per puntare tutto sugli Oscar?

Anche se la data, ad oggi, risulta quella già comunicata del prossimo 28 febbraio, come riporta, Hollywood Reporter, i 54 responsabili dell'Academy potrebbero posticipare la data della cerimonia di ben otto settimane e prolungare la finestra di ammissibilità oltre il 31 dicembre 2020, tenendo conto che l'emergenza coronavirus non è finita - in particolare sembra seria la situazione in California e, secondo alcuni esperti, potrebbero risalire nuovamente con una "seconda ondata" prima della fine dell'anno. Gli organizzatori non hanno al momento fretta di decidere il format della cerimonia - con presenza di star e pubblico o virtuale - tuttavia devono comunicare una nuova data della cerimonia da fissare nel calendario della programmazione della ABC che trasmetterà la notte degli Oscar. Sebbene estremamente insolita, l'eventuale decisione da parte dell'Academy di posticipare la cerimonia non è senza precedenti. La notte degli Oscar, infatti, è stata rinviata tre volte nel secolo scorso: a causa dell'inondazione di Los Angeles nel 1938; in seguito all'assassinio di Martin Luther King, Jr. nel 1968; dopo l'attentato al presidente Ronald Reagan nel 1981. Inoltre, la finestra di ammissibilità agli Oscar è stata estesa oltre il tradizionale periodo di 12 mesi una volta, prima della sesta edizione. Quella cerimonia, nel marzo 1934, fu preceduta da una finestra di ammissibilità di 17 mesi che andava dal 1 agosto 1932 al 31 dicembre 1933, in modo che in seguito il periodo di ammissibilità potesse coincidere con l'anno solare che va dal 1 gennaio al 31 dicembre.

Le altre novità

approfondimento

Distanziamento e test, la macchina di Hollywood riparte

 

Tuttavia, ci sarebbero altre sorprese per questa edizione degli Oscar 2021. Infatti, Il concorso cinematografico più famoso al mondo potrebbe aggiornare il proprio regolamento. Ad annunciare tutto questo è stata proprio la Academy, che ha lanciato il programma “Academy Aperture 2025”. A esprimersi, nello specifico, è stata Dawn Hudson, ovvero la CEO dell’Academy, che ha spiegato come sia ben chiaro che, nonostante i passi avanti fatti negli anni, ci sia ancora molto lavoro da svolgere, al fine di garantire pari opportunità in ogni settore: “È urgente la necessità di far fronte a questo problema. Andremo dunque a modificare le nostre regole e procedure, continuando a esaminarle, così da garantire che tutte le voci siano ascoltate e celebrate”. L’idea è quella di dare vita a una task force, composta da elementi scelti dall’Academy e dalla PGA, ovvero Producers Guild of America. Il compito assegnato sarà quello di sviluppare e implementare nuovi standard per l’ammissione agli Oscar, entro il 31 luglio 2020.  Ecco alcune delle novità che faranno parte dell’edizione 2021. Per quanto riguarda la categoria “Miglior film”, una delle principali, i titoli in gara saranno dieci. Negli anni passati invece il numero era variabile. L’organizzazione promette inoltre “pratiche eque di assunzione e rappresentazione dentro e fuori dallo schermo, così da poter riflettere al meglio la diversità della comunità cinematografica”. L’Academy sa bene come le date d’uscita al cinema possano avere un netto peso sulle valutazioni. Per questo motivo si darà il via a un processo di visualizzazione trimestrale. I votanti potranno accedere all’Academy Screening Room, un sito di streaming dedicato. In questo modo ogni pellicola distribuita avrà il proprio spazio, garantendo pari opportunità.

OSCAR 2021, COSA SAPPIAMO

approfondimento

Dal 15 Giugno riaprono le sale. Che film potremmo vedere?

Il lockdown dovuto all’emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI - LO SPECIALE - I NUMERI ITALIANI: GRAFICHE) ha messo in ginocchio l’industria cinematografica. Tutto questo non poteva dunque che avere un pesante effetto sull’organizzazione degli Oscar. Nell’edizione 2021 si potranno dunque registrare dei grossi cambiamenti organizzativi. Alcune novità erano già state annunciate, come la fusione delle categorie sound mixing e sound editing. A ciò si era aggiunta poi la dichiarazione in merito alla maggior rilevanza che avranno i film non usciti in sala.

Spettacolo: Per te