Oscar 2020, gli attori in corsa con più nomination

Si avvicinano gli Oscar 2020, con alcuni protagonisti annunciati come Joaquin Phoenix. Ecco gli attori in corsa con maggiori nomination alle spalle

Ufficializzate le nomination per gli Oscar 2020, che andranno a completare il periodo delle premiazioni cinematografiche. Svariati i nomi di attori e attrici considerati ormai certi vincitori e vincitrici di quest’ambito premio, ma anche quest’anno non mancheranno sorprese e polemiche. Alcuni degli interpreti sono ormai da tempo dei colossi del cinema mondiale, ed ecco dunque chi negli anni è riuscito a collezionare il maggior numero di nomination, aggiornando lo score in questa edizione.

Gli attori con più nomination

Joaquin Phoenix è senza dubbio uno dei grandi protagonisti di questa stagione di premiazioni cinematografiche. Dopo aver vinto un Golden Globe come miglior attore per Joker e un Critics’ Choice Award, ora punta dritto agli Oscar 2020. Un successo che pare quasi scontato. Si tratterebbe del primo successo per lui, che ha collezionato nella sua carriera quattro candidature, nel 2001 per Il gladiatore, nel 2006 per Quando l’amore brucia l’anima – Walk the line e nel 2013 per The Master.

In tanti hanno raggiunto quota quattro nomination grazie alle recenti decisioni dell’Academy. A riprova del suo grande talento, in questo elenco trova spazio Saoirse Ronan, classe 1994 protagonista di svariate pellicole di grande successo. Nel 2008 venne nominata per Espiazione, nel 2016 per Brooklyn, nel 2018 per Lady Bird e stavolta si gioca le proprie carte grazie a Piccole donne.

Così come Joaquin Phoenix, anche Brad Pitt è riuscito a imporsi sia ai Golden Globe che ai Critics’ Choice Awards, premiato come miglior attore non protagonista per C’era una volta a Hollywood. Si tratta della quarta nomination per lui, mai riuscito a portare a casa l’ambita statuetta.

Quella ottenuta per il nuovo film di Quentin Tarantino è invece la quinta nomination per Leonardo DiCaprio, che per anni ha soltanto sfiorato la statuetta, riuscendo a vincerla soltanto nel 2016 con Revenant. Prima di allora è stato candidato nel 1994 per Buon compleanno Mr Grape, nel 2005 per The Aviator, nel 2007 per Blood Diamond e nel 2014 per The Wolf of Wall Street.

Quinta nomination anche per Anthony Hopkins, candidato per I due papi. Il celeberrimo attore ha iniziato il proprio rapporto con l’Academy nel 1992, quando vinse come miglior attore per Il silenzio degli innocenti. Nel 1994 nominato per Quel che resta del giorno, nel 1996 per Gli intrighi del potere e nel 1998 per Amistad.

Una nomination in più per Tom Hanks, candidato in questa edizione come miglior attore non protagonista per Un amico straordinario. Si tratta della stessa nomination per lui, tra i pochi attori ad aver vinto questo premio per due anni di fila, nel 1994 per Philadelphia e nel 1995 per Forrest Gump.

Impressionante il numero di nomination di Al Pacino, giunto a quota 9 grazie a The Irishman. Tantissime chance e una sola vittoria per una delle più grandi stelle di Hollywood, che ha trionfato agli Oscar nel 1993 per Profumo di donna.

Richard Jewell di Clint Eastwood consente invece a Kathy Bates di aggiungere la quarta nomination alla propria lista personale, dopo Misery non deve morire del 1991, che la portò alla vittoria, I colori della vittoria del 1999 e A proposito di Schmidt del 2003. Menzione d’onore per Scarlett Johansson, che in carriera vanta soltanto due nomination. Si tratta però di candidature giunte entrambe in questa stagione cinematografica. È infatti l’unica interprete a gareggiare per due pellicole, Storia di un matrimonio e Jojo Rabbit.