I migliori film ispirati a fumetti e graphic novel

Dagli anni ’80 a oggi, ecco i principali titoli che hanno portato al cinema opere tratte da fumetti, manga e graphic novel

Fumetti, manga e graphic novel sono spesso al centro di trasposizioni cinematografiche, in Italia come all’estero. Due esempi nel 2019, da 5 è il numero perfetto, con Toni Servillo, a Joker, con Joaquin Phoenix. Il rapporto tra questi due generi narrativi è ormai ampiamente consolidato, con opere cartacee che presentano in alcuni casi una vera e propria struttura cinematografica delle tavole, come nel caso di Akira, non a caso presente nella lista dei migliori film tratti da fumetti e graphic novel.

  • Akira
  • The Mask
  • Il Corvo
  • Tank Girl
  • Era mio padre
  • Hellboy
  • Oldboy
  • A History of Violence
  • Sin City
  • Constantine
  • 300
  • Persepolis
  • Watchmen
  • Scott Pilgrim vs the World
  • Snowpiercer

Akira, 1988

Sul finire degli anni ’80 Otomo porta in sala il suo capolavoro, Akira, trasformandolo in un capolavoro dell’animazione giapponese. Film d’animazione da vedere a ogni costo, ambientato dopo la Terza Guerra Mondiale, in una Neo-Tokyo post-atomica, dove la legge non esiste e la polizia, brutale e priva di regole, dà la caccia a bande di adolescenti. La violenza è ovunque e non vi è modo di sfuggirvi. Lo sa bene Tetsuo, che si ritrova sottoposto a degli esperimenti, subendo una trasformazione incontrollabile, con effetti devastanti.

The Mask, 1994

Basato su uno dei personaggi della Dark Horse, The Mask propone un Jim Carrey al massimo della forma. Esilarante e senza freni, è un uomo qualunque che si ritrova sul volto un’antica maschera che gli conferisce poteri al di fuori di ogni fantasia. Si tramuta in un vero e proprio cartoon, posto all’interno di una pellicola a tratti pulp, al fianco della splendida Cameron Diaz.

Il Corvo, 1994

Tratto dall’omonimo fumetto, Il Corvo, con protagonista il compianto Brandon Lee, deceduto sul set, racconta di Eric, tornato in vita per ottenere la propria vendetta. In una città dannata, degli uomini si sono introdotti in casa sua, abusando della sua promessa sposa. Accoltellato e scaraventato giù dalla finestra, il giovane perde la vita, così come la sua Shelly, in ospedale. La profezia del corvo però lo riporta sulla Terra, così da portare via con sé le anime dei responsabili.

Tank Girl, 1995

La potenza grafica di Tank Girl, dal fumetto al cinema, sta portando Hollywood a discutere di un reboot. Negli anni ’90 Naomi Watts si prestò a vestire i panni di Jet Girl che, unita ai Ripper, banda armata composta da esseri per metà uomini e per metà canguri, combatte contro Kesslee, che controlla l’unica riserva idrica attiva sulla Terra dopo la distruzione causata da un meteorite nel 2033.

Era mio padre, 2002

Tom Hanks interpreta Michael Sullivan, un killer che è divenuto una leggenda nell’ambiente. Vive in Illinois, negli anni ’30, ed è al soldo del boss irlandese John Rooney. Non ha l’aspetto dell’assassino e infatti conduce una vita che pare normalissima, con sua moglie Annie e due figli, Michael Junior e Peter. I piccoli ignorano il lavoro del padre ma una notte il più grande lo vede all’opera. Una situazione che scatena una serie di reazioni a catena, come l’omicidio di sua moglie e dell’altro figlio. Michael dà il via dunque a un viaggio lungo il paese, a caccia della propria vendetta.

Hellboy, 2004

Guillermo del Toro e Ron Perlman portano sullo schermo l’opera di Mike Mignola. Al centro della pellicola c’è Hellboy, creatura nata all’Inferno durante la Seconda Guerra Mondiale. Mandato sulla Terra per avviare l’Apocalisse, viene salvato dal professor Broom, che lo ha allevato come un figlio, addestrandolo a usare i suoi poteri per il bene.

Oldboy, 2004

Capolavoro di Park Chan-wook, inserito nella sua trilogia della vendetta, racconta la storia di Oh Dae-soo, un uomo qualunque che conduce quasi tutte le proprie giornate attaccato alla bottiglia. Di colpo viene rapito, per poi essere tenuto in cattività all’interno di un motel per 15 anni. Non ha idea delle ragioni ma, una volta fuori, dà il via a un lungo percorso per ottenere la tanto agognata vendetta. Dovrà però fare i conti con quanto accaduto all’esterno, mentre lui era in quella camera, ma soprattutto con un oscuro personaggio che pare muovere i fili di questa storia dall’alto.

A History of Violence, 2005

David Cronenberg e Viggo Mortensen offrono un thriller profondo ed esaltante. Tom conduce una vita come tante altre. Ha una moglie e due figli e trascorre le giornate nel suo ristorante. Un giorno però sventa una rapina e il suo viso finisce su tutti i notiziari. Questo lo costringerà a confrontarsi con il suo passato, considerando come un uomo sia pronto a raggiungerlo per avere la propria vendetta, credendo d’aver riconosciuto in lui una persona cui dava la caccia da anni.

Sin City, 2005

Fedele ed esaltante trasposizione del primo capitolo dell’opera a fumetti di Frank Miller. Svariate storie si intrecciano nella città dannata di Sin City, con personaggi ai limiti della follia. Da Marv (Mickey Rourke), intenzionato a vendicare la morte della sua Goldie, alla folle notte a base di sangue di Dwight (Clive Owen) che si ritroverà ad avere a che fare col proprio passato, tra le letali ragazze di Gail (Rosario Dawson), fino a John Hartigan (Bruce Willis), pronto a qualsiasi cosa per salvare la vita della splendida Nancy (Jessica Alba).

Constantine, 2005

Impossibile racchiudere la vita fumettista di John Constantine in un film. Nel 2005 dunque Francis Lawrence tenta almeno di offrire al pubblico la propria visione del personaggio, sempre diviso tra Terra e Inferno. Il protagonista è Keanu Reeves, ben distante dall’immagine fumettistica, delineata sulle fattezze di Sting. Ha il potere di distinguere gli angeli e i demoni che si muovono tra gli uomini, essendo tornato vivo dall’Inferno. Si ritrova a indagare su un caso spinoso, che lo porterà fino al cospetto di Lucifero.

300, 2006

Zack Snyder si ispira all’omonima graphic novel di Frank Miller e propone una versione incredibilmente sanguinolenta delle gesta del re spartano Leonida (Gerard Butler), che si ribella contro le richieste di sottomissione del re persiano Serse. Ha così scatenato una guerra e, conscio d’avere un numero inferiore di uomini a propria disposizione, decide di tendere un agguato al nemico, attendendolo nella stretta gola delle Termopili, dando il via a una delle battaglie più epiche che la storia dell’uomo ricordi.

Persepolis, 2007

Un potente racconto degli ultimi 30 anni di storia iraniana. Un’analisi sociale dolorosa, realizzata da Marjane Satrapi, sia su carta che sul grande schermo. L’autrice propone la propria autobiografia, analizzando il passato e presente del proprio Paese attraverso il punto di vista di una giovane ragazza.

Watchmen, 2008

Trasposizione della miniserie a fumetti di Alan Moore e Dave Gibbons, con al centro un gruppo di giustizieri mascherati incaricati dal governo di combattere il crimine. Quel tempo però è passato e una legge li ha resi dei criminali. Il “Comico” è però stato assassinato e il misterioso Rorshach crede che qualcuno sia sulle tracce della vecchia banda.

Scott Pilgrim vs the World, 2010

Scott incontra la misteriosa Ramona e se ne innamora istantaneamente. Seppur in maniera goffa, riesce a diventare il suo ragazzo ma non ha idea del fatto di dover fronteggiare i suoi agguerriti ex. Un film che racconta in maniera folle un’intera generazione, unendo film e fumetto, raccontando quella fase della propria vita in cui tutto sembra possibile ma, al tempo stesso, la paura di fallire spesso ci immobilizza.

Snowpiercer, 2013

Nel 2031 la Terra è ben diversa da quella odierna. Un esperimento per contrastare il riscaldamento globale è fallito clamorosamente, dando il via a una nuova Era Glaciale. Un treno prosegue la propria corsa infinita tra ciò che resta del nostro mondo, ospitando i pochi sopravvissuti. Al suo interno però resiste la differenziazione tra le classi, così ogni vagone si tramuta in raffigurazione cruda del nostro tempo.