Men in Black: tutti i film realizzati

Dal 1997 al 2019, i quattro film che compongono l’amata saga di Men in Black

La saga di Men in Black è nata nel 1997, con il primo capitolo incentrato sulle avventure di Will Smith e Tommy Lee Jones, così come gli altri due, giunti nelle sale cinematografiche di tutto il mondo nel 2002 e nel 2012. Un cerchio concluso, con il nuovo capitolo che rappresenta uno spin-off. Si tratta di Men in Black: International, al cinema a partire dal 25 luglio 2019, con Tessa Thompson, Chris Hemsworth, Emma Thompson e Liam Neeson nel cast.

  • Men in Black
  • Men in Black II
  • Men in Black 3
  • Men in Black: International

Men in Black, 1997

L’agente K fa parte ormai da moltissimi anni di un’organizzazione governativa non ufficiale, responsabile del controllo di ogni attività aliena sulla Terra. Che si tratti di potenziali minacce o di semplici viaggi attraverso il nostro pianeta, i Men in Black ne sono a conoscenza e devono occuparsi della questione. È tempo di aggiungere nuove reclute al corpo speciale, così vengono introdotti alcuni giovani talenti nella struttura per dei test. Uno di questi è James Edwards, detto J, notato da K per le sue doti atletiche. Il suo modo di ragionare si rivela essere al di fuori degli schemi e per un lavoro del genere è proprio ciò che serve. Le regole però gli stanno strette e il suo mentore dovrà istruirlo sul lavoro durante una crisi planetaria.

Men in Black II, 2002

Al centro delle vicende del secondo film della saga ci sono gli Zarthani, specie aliena che negli anni ’70 disse addio al proprio pianeta, al fine di sfuggire alla temibile Seerlena, che intendeva mettere le mani sulla Luce di Zartha, un gioiello che avrebbe portato all’annientamento del pianeta, se caduto nelle mani sbagliate. Giunti sulla Terra, gli Zarthani chiesero asilo ma i Men in Black rifiutarono, temendo la distruzione del nostro pianeta. Decisero però di bloccare Seerlena, che giurò vendetta. A distanza di molti anni il pericolo è tornato e ora J deve affrontare tutto questo senza l’apporto di K. Il suo mentore lo aveva selezionato per sostituirlo nel primo capitolo, il che ha portato alla cancellazione della sua memoria. Will Smith è però costretto a tornare da Tommy Lee Jones, riportando a galla i suoi ricordi.

Men in Black 3, 2012

Ultima avventura per gli agenti J e K, con Will Smith che si ritroverà di colpo senza il suo partner Tommy Lee Jones. Un alieno da lui arrestato negli anni ’60, Boris, è infatti riuscito a tornare indietro nel tempo e ucciderlo. Nessuno ricorda K, tranne appunto J. Questi, aiutato dall’agente O, che infine crede alle sue parole, dirige le operazioni dell’agenzia, comprendendo di dover tornare al 1969, al fine di salvare la vita di K. Una missione intricata e complicata, che svelerà alla fine come i due siano più legati di quanto non si potesse prevedere.

Men in Black: International, 2019

Si tratta di uno spin-off della serie, incentrato sull’agente M, ovvero Molly, interpretata da Tessa Thompson. Quando era molto piccola vide un alieno in casa sua ma la memoria non le venne cancellata, a differenza dei suoi genitori. Una volta visti gli uomini in nero, ne divenne ossessionata. Il suo obiettivo nella vita era quello di individuare la loro base segreta e alla fine riuscire a diventare una di loro. Il suo compagno di squadra è l’agente H, Chris Hemsworth, che non solo dovrà farle da mentore ma, nel frattempo, dovrà riuscire con lei a combattere una specie aliena che può prendere le sembianze di qualsiasi oggetto, individuando inoltre una talpa nell’organizzazione.