Paola Turci e Francesca Pascale hanno detto sì: il rito civile in Toscana

Spettacolo
©IPA/Fotogramma

Oggi spose, la cantante e l'ex compagna di Silvio Berlusconi hanno pronunciato il fatidico sì, il 2 luglio con rito civile a Montalcino, tra le colline senesi. Poi la festa, privatissima, presso il Castello Velone, in Val d’Orcia. 

Iscriviti alla nostra newsletter per restare aggiornato sulle notizie di spettacolo

 

Fiori d'arancio e massimo riserbo oggi per la cantautrice Paola Turci (FOTO) e la ex compagna di Silvio Berlusconi, Francesca Pascale (FOTO) che sono convolate a nozze nella giornata di sabato 2 luglio. Pascale e Turci sono arrivate entrambe a Montalcino, in provincia di Siena, vestite di bianco. La prima in tailleur, la seconda in abito lungo e scollato. Il rito per l'unione civile è stato celebrato a Palazzo dei Priori, sede storico del Comune della cittadina del Senese famosa per il suo pregiato Brunello. A celebrare il sindaco Silvio Franceschelli. La cerimonia, molto intima, è durata una ventina di minuti: circa 25 gli invitati compresi i quattro testimoni, nessun vip.
La coppia avrebbe richiesto la massima riservatezza sulle nozze.

 

La coppia è arrivata nella piazza dove ha sede Palazzo dei Priori a bordo di una Jaguar bianca, ad attenderle una folla di curiosi. Entrambe in pantaloni e bianco, Francesca Pascale indossava un blazer, Paola Turci una tuta con spalline sottili e corpetto ricamato. Dopo il rito civile, il sindaco di Montalcino ha detto all'Adnkronos: "Ogni anno celebro tanti matrimoni perchè il nostro borgo e il nostro territorio sono famosi nel mondo. Posso dire che quello di oggi è stato particolarmente emozionante Ho percepito un sentimento vero: sono due persone che si vogliono bene ed hanno manifestato con forza questi loro sentimenti".

Il legame d'amore tra la cantante e Francesca Pascale, vissuto con grande discrezione senza mai nessuna uscita pubblica ufficiale, era stato ufficializzato dalla pubblicazione di una foto su uno yacht su un settimanale pochi mesi dopo la rottura con Silvio Berlusconi, ma come è noto, non c'è mai stata da parte delle dirette interessate alcuna conferma, né smentita.  

gli auguri e le parole di Fabrizio Marrazzo, Portavoce del partito Gay LGBT+
 

approfondimento

Paola Turci e Francesca Pascale si sposano: il video

"Auguri alle spose! Le nozze annunciate di Francesca Pascale e Paola Turci rappresentano un bel messaggio per quell'Italia che ha saputo fare passi avanti nei diritti civili e anche per tutti coloro che ancora si oppongono. Ci spiace solo non poterlo chiamare a pieno matrimonio ma unione civile. Un obiettivo su cui stiamo lavorando e che dovrebbe essere conquistato per una piena uguaglianza, ma su cui ad oggi nessuna forza politica si è mai impegnata. Anche Francesca Pascale ha sostenuto con noi il Referendum sul Matrimonio LGBT+, che trasformava le Unioni Civili in matrimonio. Referendum ora fermo in attesa della sentenza della Corte Costituzionale sulle eccezioni che il tribunale di Lucca, come noi, ha rilevato sulle discriminazioni delle persone Trans nel testo di legge sulle Unioni Civili" dichiara Fabrizio Marrazzo, Portavoce partito Gay LGBT+ , Solidale, Ambientalista, Liberale.

 

gli insulti omofobi in rete


Non solo congratulazioni, ma anche insulti e critiche gratuite sono giunte subito dopo la notizia trapelata sui social e su cui Paola Turci ha voluto dire la sua, rispondendo con fermezza a chi davanti alla felicità altrui reagisce con disprezzo e ignoranza. L'artista, al messaggio del leone da tastiera in questione, "lesbicona che schifo", ha risposto con le seguenti parole: "Ignoranza, omofobia, cattiveria e infelicità in una solo frase". E a questa semplice frase non ci sarebbe nient'altro da aggiungere. Se non i tanti messaggi solidali e di auguri loro indirizzati, da Luca De Gennaro a Monica Cirinnà, da Massimo Gramellini a Carlo Calenda, da Paolo Berlusconi a Giovanni Toti. Per Rolling Stone Turci e Pascale sono "le Jodie Forster& Alexandra Hedison italiane", di fatto sono due persone che si amano. Viva le spose!

Spettacolo: Per te