Arena di Verona, il palco al centro per non restare in silenzio. VIDEO IN TIMELAPSE

Spettacolo

Chiara Ribichini

Un filmato per testimoniare quanto sia stato “difficile e profondo dover smontare quelle tavole che, in oltre un secolo, si erano fermate solo per la guerra” spiega la Fondazione sul profilo Instagram. La rassegna, “Nel cuore della musica”, inizierà il 25 luglio con una serata di omaggio all’Italia ferita dalla pandemia

L’Arena non resterà in silenzio. Non sarà un Festival ma una rassegna e cercherà di far battere il cuore della musica nonostante tutto. Nonostante il coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI) e nonostante la perdita di Ezio Bosso, artista tanto legato a Verona che avrebbe dovuto dirigere la IX Sinfonia di Beethoven il prossimo 23 agosto. Il concerto è stato riprogrammato per il prossimo anno, come tanti altri. Ancora non è stato deciso però chi sarà a dirigerlo.

Quest’estate però il più grande teatro all’aperto del mondo alzerà il sipario e scoprirà un palco che per la prima volta è stato posizionato al centro, come racconta il video in timelapse. Un filmato che vuole testimoniare proprio quanto sia stato “difficile e profondo dover smontare quelle tavole che, in oltre un secolo, si erano fermate solo per la guerra. Abbiamo sempre creduto che non sarebbe stata un’estate silenziosa…” come di legge in un post su Instagram della Fondazione.

"NEL CUORE DELLA MUSICA"

approfondimento

Arena di Verona 2020, il programma dei concerti e degli eventi

Il palco prenderà dunque il posto della platea e gli spettatori potranno sedersi solo sui gradoni, a distanza. I mille spettatori inizialmente imposti dai protocolli aumenteranno a 3.000 grazie all'ultimo Dpcm che demanda una deroga alla Regione. Un numero estremamente ridotto rispetto ai 13.500 che di solito riempiono l’Arena. 11 le serate in programma, per una rassegna dal nome simbolico “Nel cuore della musica” che si aprirà il 25 luglio con una serata dedicata all’arte e al nostro Paese. 31 gli artisti che ne prenderanno parte, tra cui Francesco Meli, Saimir Pirgu, Roberto Aronica, Fabio Armiliato, Barbara Frittoli, Eleonora Buratto, Luca Salsi, Leo Nucci, Daniela Barcellona, Michele Pertusi, Katia Ricciarelli. Un omaggio all’Italia ferita dalla pandemia, alla nostra grande tradizione belcantistica, alla qualità della nostra grande scuola.

Spettacolo: Per te