Arena di Verona 2020, il programma dei concerti e degli eventi

Musica

Bruno Ployer

Stagione estiva straordinaria, completamente ripensata per non far rimanere l'Arena in silenzio e nel rispetto delle regole di sicurezza sanitaria. Star della lirica nel palcoscenico al centro della platea

Nessuno spettatore in platea: al centro dell’Arena di Verona ci sarà il palcoscenico con cantanti, orchestra e coro. Il pubblico sarà sugli spalti, anche dietro all’orchestra, osservando le distanze di sicurezza. Si svolgerà in questa cornice il festival d’ estate 2020, ripensato per rispettare le esigenze di sicurezza imposte dalle misure di contrasto al virus. L’Arena non rimarrà in silenzio: dal 25 luglio al 29 agosto 11 serate diverse, senza replica, programmate soprattutto nei weekend per favorire la permanenza dei visitatori, che ogni sera potranno vedere uno spettacolo differente.

Un'opera e dieci serate a tema

approfondimento

Arena di Verona, il palco spostato al centro. VIDEO IN TIMELAPSE

 

Una sola opera completa in cartellone: “Gianni Schicchi”, di Puccini, con il grande baritono Leo Nucci nel ruolo del protagonista e un allestimento semiscenico, perché la scenografia non è prevista in questa edizione fuori dall’ordinario.  Per la prima volta in Arena, il 31 luglio si farà il Requiem di Mozart, con un quartetto di grandi voci e la direzione di Fabio Armiliato. La serata inaugurale avrà un cast completamente italiano e sarà dedicata ai medici ed operatori sanitari, impegnati in prima linea nella lotta al Covid-19. Si intitolerà “Il cuore italiano della musica” e si annuncia con una ricchissima lista di partecipazioni di stelle della lirica e Katia Ricciarelli come ospite. Recital stellare anche il 1° agosto con la diva Anna Netrebko, Daniela Barcellona, Yusif Eyvazov, Ambrogio Maestri. Diversi i gala dedicati ai grandi compositori: Verdi l’8 agosto, Puccini il 21, Rossini il 14.  In Arena torna Wagner, il 7 agosto. Serata tutta veneta il 13 agosto con “Le quattro stagioni” del veneziano Vivaldi eseguite dall’Orchestra dell’Arena di Verona con il violino solista del trevigiano Andrea Zanon. Placido Domingo, con due diversi concerti, chiuderà il festival il 28 e 29 agosto: il secondo, “Opera in love” lo vedrà insieme al soprano Sonya Yoncheva e al tenore Vittorio Grigolo.

"STAGIONE SPERIMENTALE"

approfondimento

Riccardo Muti inaugura il Festival 2021 dell'Arena di Verona

E’ una “stagione che ci dà la possibilita di sperimentare, portare titoli rari, affrontarli con creatività e senza paure”, dice il sovrintendente e direttore artistico Cecilia Gasdia. Una stagione sulla quale, al momento della presentazione, pesa ancora un interrogativo: quanti spettatori nell’Arena dell’estate 2020? Mille secondo le norme attuali, ma l’auspicio del Sindaco e presidente di Fondazione Arena Sboarina è che la capacità massima permessa dalle autorità competenti aumenti, in considerazione del grande spazio a disposizione, delle venti entrate e uscite e della grande piazza circostante, che favorisce il controllo di afflusso e deflusso. Certo non ci si avvicinerà ai 13.500 che normalmente sanciscono il soldout areniano. I prezzi dei biglietti vanno dai 69 ai 199 Euro, dipendentemente dall’ordine del posto e dalla serata.  C’è anche un biglietto da 300 Euro, per chi intende fare una donazione all’Arena. I dirigenti della Fondazione aspettano per quest’anno soprattutto un pubblico proveniente dalla città o dalle zone vicine, ma sono incoraggiati dalla ripresa del turismo europeo, soprattutto da quello di lingua tedesca, da sempre molto interessato al nostro belcanto. 

Spettacolo: Per te