Oscar 2019, Ruth Carter è la prima afroamericana a vincere per i migliori costumi

Spettacolo
Ruth Carter con il suo Oscar (Getty Images)

Per il suo lavoro in "Black Panther" ha ricevuto l'ambita statuetta in un'edizione particolarmente favorevole per gli artisti neri. "Grazie per aver onorato la regalità africana e il modo potente con cui le donne possono guardare e guidare sullo schermo" ha detto

Gli Oscar 2019 saranno ricordati per l'alto numero di premi assegnati ad attori e professionisti del cinema neri, come Ruth Carter, la prima costumista afroamericana a ricevere l'ambitissima statuetta. Il riconoscimento le è stato assegnato per il suo lavoro in "Black Panther", primo film Marvel ad ottenere anche la candidatura a Miglior Film e a guadagnarsi tre statuette.

Il discorso di Ruth Carter

"Ce l'ho fatta - ha detto una volta sul palco, aggiungendo - Ci è voluto del tempo!". "Marvel può anche aver creato il primo supereroe di colore, ma attraverso i costumi, noi lo abbiamo trasformato in un re africano", ha continuato nel discorso, aggiungendo che è stato un onore creare questi costumi. Nel ringraziare l'Academy ha detto: "Grazie per aver onorato la regalità africana e il modo potente con cui le donne possono guardare e guidare sullo schermo". Ha ringraziato anche il regista di "Black Panther", Ryan Coogler, definendolo "una forza motrice". "Grazie per la tua fiducia e per aver capito il mio ruolo nel raccontare la storia afroamericana". Infine, ha ringraziato sua madre per averle insegnato le "persone e le loro storie. Sei una vera supereroina".

Gli inizi al fianco di Spike Lee e la carriera

"La mia carriera è stata costruita con passione per raccontare le storie che ci permettono di conoscersi meglio", ha detto nel suo discorso di ringraziamento. Carter ha iniziato a lavorare nel mondo del cinema al fianco di Spike Lee, che ha ringraziato dal palco. Ha ottenuto la prima nomination proprio con i costumi realizzati per "Malcom X" nel 1992, diretto da Lee. Il regista afroamericano, premiato per "BlacKkKlansman", ha collaborato con Carter in dodici film: "School Daze", "Do the Right Thing", "Mo' Better Blues", "Jungle Fever", "Malcom X", "Crooklyn", "Clockers", "Summer of Sam", "Bamboozled", "Oldboy", "Da Sweet Blood of Jesus", "Chi-Raq". In totale questa è la terza nomination per Carter e il suo primo premio Oscar, ottenuto finalmente in questa edizione.

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.