Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Sistema Solare, scoperto il varco di accesso delle comete

I Titoli delle 13 di Sky TG24 del 24/09

2' di lettura

Un nuovo studio ha individuato il portale da cui passano la maggior parte dei corpi celesti che si evolvono nelle comete della famiglia gioviana: la scoperta porterà a una maggiore comprensione di questi oggetti cosmici 

Esiste una sorta di portale cosmico che le comete sfruttano per spostarsi dalla periferia alle zone più interne del Sistema Solare. Lo hanno scoperto i ricercatori dell’Università della Florida centrale e dell’Università del Texas, come spiegato all’interno di uno studio presentato al Congresso europeo di scienze planetarie a Ginevra e pubblicato su The Astrophysical Journal Letters. Situata oltre l’orbita di Nettuno, la cosiddetta ‘porta delle comete’ potrebbe ora modificare la concezione degli scienziati dell’evoluzione di questi oggetti cosmici.

Da centauri a comete nel Sistema Solare interno

A condurre i ricercatori verso la scoperta sono stati alcuni piccoli corpi celesti ghiacciati chiamati centauri. Considerati antichi resti del primordiale Sistema Solare, questi oggetti si muovono lungo orbite caotiche tra Giove e Nettuno, nella fascia di Kuiper, prima di evolversi e divenire parte della Jupiter Family Comets (JFC o famiglia delle comete gioviane), un gruppo di comete che transitano nella parte più interna del sistema planetario, attratte da Giove. Il team ha cercato di ricostruire la storia di 29P/Schwassmann-Wachmann 1 (SW1), caratterizzato da un’intensa attività e considerato in uno stadio evolutivo intermedio tra i centauri e i corpi celesti della famiglia gioviana, scoprendo che a un certo punto della propria esistenza moltissimi centauri condividono almeno una parte dell’orbita di SW1.

Sistema Solare, il portale per l’ingresso delle comete

Secondo Maria Womack, co-autrice dello studio, “SW1 è un centauro colto nell’atto di evoluzione in una cometa della famiglia gioivana”. L’astronoma ha poi spiegato che i centauri che attraversano la regione nella quale orbita questo oggetto cosmico “sono la fonte di due terzi di tutti i componenti della famiglia delle comete gioviane, rendendo questa zona il portale primario di produzione delle comete”. La scoperta di questa regione è di cruciale importanza per i ricercatori, che ora potranno individuare più facilmente i centauri nel proprio percorso verso il Sistema Solare più interno; inoltre, secondo il coordinatore del lavoro Gal Sarid, quanto osservato dagli astronomi “potrebbe cambiare adesso la nostra comprensione dell'evoluzione delle comete”.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"