Nel Sahara occidentale e nel Sahel ci sono 1,8 miliardi di alberi

Scienze

A indicarlo è una ricerca condotta dagli studiosi dell’Università di Copenaghen e basata sull’analisi di 11.000 immagini rilevate dai satelliti

Quando si pensa al Sahara, la vegetazione non è certo il primo elemento che viene in mente. Eppure, oltre a una distesa sconfinata di dune, il deserto ospita anche una quantità di alberi ben superiore a quel che si potrebbe pensare. Lo stesso vale per il Sahel, la fascia di territorio dell’Africa subsahariana che si trova a Sud del Sahara. Nel complesso, le due zone ospitano 1,8 miliardi di alberi. A indicarlo è una ricerca condotta dagli studiosi dell’Università di Copenaghen e basata sull’analisi di 11.000 immagini rilevate dai satelliti. Tutti i risultati ottenuti sono stati descritti sulle pagine della rivista specializzata Nature.

Il deserto del Sahara
Il deserto del Sahara - ©Getty

L’analisi delle immagini satellitari

approfondimento

Il Sahara oscilla tra deserto e prateria ogni 20.000 anni

Le immagini satellitari ad alta risoluzione e i nuovi dati raccolti hanno mostrato una densità relativamente alta di copertura arborea per un’area così arida. Si tratta di un risultato diverso da quello ottenuto durante i precedenti tentativi, che avevo suggerito la presenza di vaste zone prive di alberi e arbusti. Le tecnologie finora disponibili permettevano una risoluzione d 10-30 metri, non sufficiente per contare i singoli alberi. Sotto la guida di Martin Brandt, il gruppo di ricercatori è riuscito ad analizzare 11.000 immagini satellitari e a effettuare un conteggio accurato degli alberi e degli arbusti presenti in un’area di più di 1,3 milioni di chilometri quadrati tra Sahara occidentale, Sahel e zone sub-umide.

 

L’importanza degli alberi nelle due aree

Le immagini fornite dai satelliti arrivavano a una risoluzione di 0,5 metri: utilizzandole, il team di ricerca è riuscito a dimostrare che la dimensione e la densità degli alberi sono associate alle piogge e all’uso della terra. Hanno indicato, inoltre, che la copertura delle chiome aumenta dallo 0,1% nelle aree estremamente aride fino al 13% in quelle sub-umide. Gli alberi isolati e gli arbusti nelle regioni aride sono molto importanti, perché contribuiscono alla biodiversità, offrono riparo e risorse alimentari, e aiutano a mantenere l’ambiente, prevenendo l’erosione.

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24