Secondo un nuovo studio Giove potrebbe avere seicento lune

Scienze

Sono quelle con un raggio maggiore di 400 metri. Lo riferiscono gli studiosi della University of British Columbia, che si sono basati sull’archivio delle osservazioni del Canada France Hawaii Telescope

Uno studio presentato all’evento Europlanet Science Congress 2020 ha riferito che la popolazione di lune gioviane con raggio maggiore di 400 metri è di circa 600. Lo hanno stabilito gli astronomi canadesi della University of British Columbia, che hanno quasi certamente scoperto anche altri 52 oggetti che dovrebbero essere lune irregolari di Giove, non ancora confermate. Sono riusciti nell’impresa analizzando i dati contenuti nell’ archivio del Canada France Hawaii Telescope.

Le lune di Giove

 

Le osservazioni del 2018 stimavano che il corpo celeste avesse 79 lune, ma questo nuovo studio aumenta le stime di qualche centinaia, tra queste anche alcune piccole e irregolari. Come riporta l’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf), gli scienziati della University of British Columbia hanno setacciato circa tre ore di dati di archivio del Canada France Hawaii Telescope risalenti al 2010, gli astronomi - Edward Ashton, Matthew Beaudoin e Brett Gladman - in più, “hanno scoperto altri 52 oggetti che si muovono con velocità in cielo simili a quelle di Giove, che quasi certamente sono lune irregolari. I quattro rilevamenti più luminosi – sette in totale – sono tutti riconducibili a lune gioviane conosciute. Gli altri oggetti sono più piccoli (fino a circa 800 metri di diametro)”. Si tratterebbe della prima ricerca su fenomeni di queste dimensioni. 

L’ultimo scatto di Giove

 

Il 25 di agosto è stato prodotto un nuovo scatto di Giove dal telescopio spaziale Hubble, gestito dalla Nasa e dall’European Space Agency, che ha permesso di di aggiornare il suo bollettino meteorologico, catturato quando il pianeta si trovava a 406 milioni di miglia dalla Terra. La visione nitida che Hubble è riuscito a fornire agli esperti ha fotografato l'atmosfera turbolenta di Giove, compresa una nuova tempesta che si sta preparando, parente di quella ben più famosa e conosciuta come la “Grande Macchia Rossa”. Si tratta di un’anticiclonica, posta a 22 gradi sotto l'equatore del pianeta Giove, che dura da almeno 300 anni e che rappresenta la tempesta più grande del sistema solare, è attualmente di un colore rosso eccezionalmente vivo.

 

 

 

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24