Nasa, da Hubble l’immagine della galassia a spirale NGC 1614

Scienze
ESA/Hubble & NASA, A. Adamo

Si tratta di uno degli oggetti spaziali più luminosi dell’universo, situato a circa 200 milioni di anni luce dalla Terra ed incastonato nella costellazione meridionale dell'Eridano

Hubble, telescopio spaziale gestito dalla Nasa e dall’Esa (European Space Agency), è spesso stato protagonista di numerosi scatti provenienti dallo spazio, sempre molto suggestivi ed affascinanti. Non è da meno l’ultimo, diffuso dalla stessa Agenzia Spaziale Americana, che ritrae la galassia a spirale NGC 1614, uno tra gli oggetti più luminosi nell'universo.

Le caratteristiche di NGC 1614

approfondimento

Nasa, da Hubble la splendida immagine della galassia NGC 4848. FOTO

Si tratta, spiegano gli astrofisici direttamente sul sito dedicato ad Hubble, di una galassia in piena attività che si trova a circa 200 milioni di anni luce dalla Terra, incastonata nella costellazione meridionale dell'Eridano. NGC 1614 è il risultato di una passata fusione galattica che ha generato il suo aspetto così particolare, così come è possibile osservare oggi. La collisione cosmica in questione ha generato un flusso turbolento di gas interstellare, partito dalla più piccola delle due galassie coinvolte nella fusione, sino al nucleo di quella più grande, provocando così un'esplosione che si è lentamente diffusa poi verso l'esterno del corpo celeste, attraverso la galassia. A causa del suo passato turbolento e del suo aspetto attuale, gli astronomi classificano NGC 1614 come una galassia particolare, luminosa e a infrarossi. Le galassie di questa tipologia sono tra gli oggetti più luminosi nell'universo ed NGC 1614 è indicata, infatti, come la seconda galassia più luminosa nel raggio di 250 milioni di anni luce dalla Terra.

La foto di Saturno

approfondimento

Saturno, il "signore degli anelli" immortalato da Hubble. FOTO

Tra i recenti ed affascinanti scatti provenienti dal telescopio spaziale Hubble, la Nasa pochi giorni fa aveva diffuso uno scatto che ritrae Saturno, nella sua maestosità, tanto da definirlo il “signore degli anelli”. La foto scattata dal telescopio, in data 4 luglio 2020, era stata ottenuta quando il pianeta transitava ad 839 milioni di miglia dalla Terra. In quel momento, nello specifico durante l'estate che si stava verificando nell'emisfero settentrionale del pianeta, Hubble ha rilevato attraverso la sua attività anche una serie di piccole tempeste atmosferiche. Si tratta di fenomeni transitori che spesso il telescopio è riuscito a riscontrare nel corso dei suoi monitoraggi.

Scienze: I più letti