Nasa, una maestosa galassia a spirale nella foto astronomica del giorno

Scienze
Hubble Heritage Team, ESA, NASA

Si tratta di NGC 1300, affascinante corpo celeste immortalato dal telescopio spaziale Hubble che ne ha evidenziato dettagli sorprendenti. Si estende per circa 100.000 anni luce e si trova nella costellazione di Eridano

Ogni giorno, la Nasa, identifica uno scatto legato al mondo dell’astronomia che spicca particolarmente per mostrare ad esperti ma anche a semplici appassionati la maestosità del cosmo. Il progetto si chiama Apod (Astronomy Picture of the Day) e quest’oggi, 11 giugno 2020, vede protagonista ancora volta Hubble, celebre telescopio spaziale, che ha immortalato in tutta la sua estensione la galassia a spirale NGC 1300.

Le caratteristiche di NGC 1300

approfondimento

Nasa, due scatti italiani tra le foto astronomiche del giorno

Questa galassia a spirale, come spiegano gli esperti nella descrizione della fotografia, di proprietà dell’Hubble Heritage Team, si trova a circa 70 milioni di anni luce di distanza da noi, nella costellazione di Eridano che prende il nome dall'omonimo fiume mitologico. Questa visione composita del telescopio spaziale su questo corpo celeste, dicono gli astronomi dell’Agenzia Spaziale Americana, è una delle più approfondite immagini che Hubble abbia mai realizzato su una galassia completa. NGC 1300 si estende per oltre 100.000 anni luce e l'immagine di Hubble rivela dettagli sorprendenti della area centrale della galassia e dei suoi imponenti bracci a spirale. Tra l’altro, ad un attento esame, il nucleo di zona mostra una notevole regione di struttura a spirale di circa 3000 anni luce di diametro. Come altre galassie a spirale, inclusa la nostra Via Lattea, gli esperti ritengono che NGC 1300 sia dotata di un buco nero centrale supermassiccio.

Gli affascinanti dettagli della galassia NGC 1300
Gli affascinanti dettagli della galassia NGC 1300 - Hubble Heritage Team, ESA, NASA

L’Italia premiata dalla Nasa

approfondimento

La stella Betelgeuse protagonista della foto astronomica del giorno

Di recente, il prestigioso riconoscimento della Nasa è stato assegnato a due fotografi italiani: Marco Meniero, per la foto che ha immortalato la congiunzione stretta Mercurio-Venere, realizzata nei pressi di Roma e Marcella Giulia Pace il cui scatto ha ritratto il raggio verde del Sole, della Luna, di Venere e Mercurio ed è stato realizzato in provincia di Ragusa. Nello specifico, il 29 maggio era stata la volta di “Mercury Meets Crescent Venus” di Meniero, mentre il 30 dello stesso mese l’Apod era stato assegnato allo scatto dal titolo “Green Flashes: Sun, Moon, Venus, Mercury” della Pace. "È il terzo riconoscimento che ricevo dalla Nasa e sono sempre contenta di proporre loro le mie immagini, perché la vocazione scientifica, didattica e divulgativa degli Apod è in piena sintonia con l'altro aspetto della mia vita professionale di insegnante", aveva raccontato l'astrofotografa.

Scienze: I più letti