Scoperta l’origine del fosforo: fu fondamentale per l’inizio della vita sulla Terra

Scienze

Si forma nei laghi particolarmente ricchi di sali. La rivelazione, pubblicata sulla rivista dell'Accademia Americana delle Scienze, si deve a un team di ricercatori dell'Università di Washington 

Il fosforo è uno degli elementi fondamentali per i processi legati alla vita, insieme all’idrogeno, all’ossigeno, al carbonio e all’azoto, in quanto è uno dei costituenti degli acidi nucleici, ovvero del Dna e del Rna.
Ma qual è l’origine di questo elemento chimico essenziale per la vita? La risposta a questo importante quesito, che per oltre mezzo secolo è stato al centro delle ricerche degli esperti del settore, arriva dai risultati di un nuovo studio condotto da un team di ricercatori dell'Università di Washington.
A fornire il fosforo fondamentale per l’origine della vita sulla Terra primordiale, particolarmente povera di questo elemento, sono stati i laghi caratterizzati da altissime concentrazioni di sali.

Lo studio nel dettaglio

Per compiere lo studio, pubblicato sulla rivista specializzata dell'Accademia Americana delle Scienze, gli esperti coordinati da Jonathan Toner si sono focalizzati inizialmente sull’analisi di quei laghi ricchi di sali denominati carbonati, che si formano in zone particolarmente asciutte, quali il Mono Lake in California e il lago Magadi in Kenya.
Sono così riusciti a dimostrare che la concentrazione di fosforo nelle loro acque è fino a 50mila volte superiore rispetto a quella presente nel mare, nei fiumi e in altri laghi.
Questa iniziale scoperta ha portato gli esperti a intuire la presenza di un meccanismo in grado di determinare l’accumulo di fosforo in questi laghi.

I risultati della ricerca

Grazie a successivi test realizzati in laboratorio su acque ricche di carbonato, i ricercatori hanno dimostrato che l’alta presenza di fosforo è legata proprio alla forte concentrazione di questo sale.
Nei laghi, solitamente, il calcio si lega al fosforo dando origine ai minerali; in quelli ricchi di carbonato, invece, è quest’ultimo a legarsi con il calcio, lasciando nelle acque un’alta concentrazione di fosforo.
"La Terra primordiale era un luogo vulcanicamente attivo, quindi c'erano molte rocce vulcaniche appena formate che reagivano con l'anidride carbonica e fornivano carbonato e fosforo ai laghi”, ha spiegato Jonathan Toner, coordinatore dello studio. “Di conseguenza la Terra primordiale avrebbe potuto ospitare molti laghi ricchi di carbonati, con concentrazioni di fosforo tali da dare inizio alla vita".

Scienze: I più letti