Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Nasa, ricostruita in laboratorio l’origine della vita negli oceani

I titoli di Sky Tg24 delle 8 del 28/02

2' di lettura

Gli astrobiologi del Jet Propulsion Laboratory hanno riprodotto le stesse condizioni presenti nelle sorgenti idrotermali 

La comunità scientifica ha compiuto un altro passo in avanti verso la risposta alla domanda “come si è formata la vita sulla Terra”. Nel corso di uno studio coordinato da Laurie Barge, gli astrobiologi del Jet Propulsion Laboratory (Jpl) della Nasa sono riusciti a riprodurre in laboratorio le stesse condizioni presenti nelle sorgenti idrotermali, dove si ipotizza che siano comparse le prime cellule viventi. La ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista dell’Accademia Nazionale delle scienze americana (Pnas), potrebbe aiutare gli scienziati a indagare l’evoluzione della vita su altri pianeti e incoraggiare l’esplorazione degli oceani nascosti sotto i ghiacci di Europa, una delle lune di Giove, e Encelado, il satellite naturale di Saturno.

Indagando l’origine della vita

Per riprodurre in laboratorio dei camini idrotermali in miniatura, gli scienziati della Nasa hanno utilizzato gli stessi ‘ingredienti’ presenti nei fondali oceanici, tra cui un minerale di ferro noto come ‘ruggine verde’. Durante lo studio hanno potuto osservare la formazioni di amminoacidi e di altri composti organici ritenuti alla base della vita sul pianeta Terra. Secondo Laurie Barge, “ricerche come queste possono aiutare a capire il cammino che ha portato alla comparsa delle prime cellule viventi sulla Terra, e quanto è probabile che questo percorso si sia verificato anche in altri pianeti”.

Un nuovo ecosistema

L’ipotesi che le prime forme di vita possano essersi formati nelle sorgenti idrotermali è stata recentemente rafforzata dalla scoperta di un nuovo ecosistema nelle profondità dell’Oceano Pacifico, ricco di specie finora sconosciute, tra cui organismi trasparenti simili per aspetto a meduse, vermi di colore blu e microrganismi filamentosi. Analizzando il Dna di queste forme di vita, gli scienziati sperano di poter realizzare una migliore classificazione nell’albero della vita. L’habitat è stato generato da Jaich Maa, una corrente idrotermale localizzata a circa 4 chilometri di profondità nel Sud del Golfo della California.

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"