Registrata l’eruzione solare più intensa dell'ultimo decennio

L'eruzione è stata classificata di classe X9,3 in una scala che comprende, in ordine crescente, A, B, C, M e X (Foto: Nasa/Goddard/Sdo)
2' di lettura

L’Osservatorio Solar Dynamics della Nasa ha documentato diversi esplosioni avvenute in rapida successione. Le tempeste magnetiche causate da questi fenomeni stanno causando delle interferenze nelle comunicazioni radio nelle regioni polari

Diverse eruzioni solari avvenute in poco meno di 48 ore sono state registrate dall’Osservatorio Solar Dynamics della Nasa. Una delle eruzioni, in particolare, è risultata essere la più intensa degli ultimi 10 anni. I fenomeni sono avvenuti in rapida successione: il primo alle 11.10 italiane, il secondo alle 14.02 di mercoledì 6 settembre e l'ultim alle 12.15 di oggi. Sono stati generati da un gruppo di macchie, chiamato AR2673, che è rivolto verso la Terra.

La seconda eruzione è stata classificata di classe "X9,3" in una scala che comprende, in ordine crescente, A, B, C, M e X ed è stata la più intensa dal 2006. Inoltre, in base alle analisi dell'Agenzia americana per l'atmosfera e gli oceani (Noaa), una bolla di plasma causata da un’ulteriore eruzione solare, avvenuta lo scorso 4 settembre, ha colpito la Terra alle 5 del mattino del 7 settembre causando delle interferenze nelle comunicazioni radio nelle regioni polari. Un fenomeno che si dovrebbe verificare nuovamente, e con maggiore intensità, l’8 settembre con l'arrivo della seconda nube di particelle scatenata dalle due eruzioni del 6. 

L'attività solare

Secondo gli esperti la stella del nostro Sistema solare si avvia verso una fase di "debolezza", contraddistinta da una minore attività. In questo periodo, solitamente, le eruzioni solari tendono a verificarsi con meno frequenza ma "la storia ha dimostrato che possono comunque essere molto intense", come ha scritto la Nasa sul suo sito. In particolare la seconda eruzione del 6 settembre "è la più intensa dell'attuale ciclo di attività solare - ha spiegato all’Ansa Mauro Messerotti, dell'Osservatorio di Trieste dell'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf) - una simile si era verificata nel 2006, alla fine del precedente ciclo". 

Gli effetti delle esplosioni

L’eruzione solare, chiamata anche brillamento, è una violenta eruzione di materia che esplode dalla fotosfera di una stella, dando vita a delle spettacolari protuberanze che emettono fasci di vento. Le radiazioni che vengono liberate non possono attraversare l'atmosfera terrestre e causare danni agli esseri umani, ma possono creare delle tempeste magnetiche in grado di disturbare le comunicazioni, soprattutto quelle che utilizzano i segnali Gps.  


Leggi anche:
  • Numeri sotto ai contenitori di plastica: qual è il significato? SCHEDA
  • Festivaletteratura 2017, a Mantova tornano i grandi narratori
  • I cibi che fanno bene all'umore
  • Mal di schiena, ne soffrono sei italiani su dieci
  • Cinema, Angelina Jolie confessa: "Non mi piace essere single"
  • Leggi tutto
    Prossimo articolo

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"