Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Allergie alimentari, due adulti su dieci sono convinti di soffrirne

Alimentazione (Getty Images)
1' di lettura

Lo rivela una ricerca statunitense condotta dalla Ann & Robert H. Lurie Children's Hospital di Chicago e dalla Northwestern University 

Uno studio statunitense condotto dalla Ann & Robert H. Lurie Children's Hospital di Chicago e dalla Northwestern University, ha dimostrato che quasi due adulti su dieci credono di avere delle allergie alimentari. Una convinzione che, nella maggior parte dei casi, si rivela infondata. Tra i 140mila adulti intervistati dai ricercatori, il 19% si è dichiarato allergico ad almeno un alimento. “L’indagine ha dimostrato che un adulto statunitense su dieci soffre effettivamente di un’allergia alimentare”, dichiara Ruchi Gupta, docente della Northwestern University e autrice dello studio. “Inoltre, ha rilevato che due adulti su dieci credono di avere un’allergia alimentare, pur avendo sintomi solitamente associati a un’intolleranza alimentare o ad altri disturbi simili”.
I risultati della ricerca sono stati pubblicati sulla rivista specializzata Jama Network Open.

Le scoperte del team di ricerca

Durante lo studio, i ricercatori hanno scoperto che solo la metà degli adulti con un'allergia alimentare convincente aveva una diagnosi confermata dal medico e meno del 25% possedeva una prescrizione di adrenalina (necessaria per effettuare un primo intervento in caso di choc anafilattico). Dai risultati della ricerca è emerso che quasi la metà dei partecipanti con un’allergia alimentare ha sviluppato il disturbo in età adulta.

L’allergia ai molluschi è la più diffusa tra gli adulti statunitensi

Negli Stati Uniti gli allergeni alimentari più diffusi tra gli adulti statunitensi sono i molluschi (7,2 milioni), il latte (4,7 milioni), le arachidi (4,5 milioni), la frutta a guscio (3 milioni), le pesche (2,2 milioni), le uova ( 2 milioni), il grano (2 milioni), la soia (1,5 milioni) e il sesamo (0,5 milioni). “L’allergia ai molluschi è la più comune e nella maggior parte dei casi si sviluppa nel corso dell’età adulta”, spiega la professoressa Ruchi Gupta. “Sono necessari ulteriori studi per chiarire perché l’allergia ai molluschi sembra essere così comune e persistente negli adulti statunitensi”. 

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"