La luce blu emanata dagli smartphone può fare male alla vista

Smartphone (Getty Images)
2' di lettura

La radiazione luminosa proveniente dagli schermi dei dispositivi digitali innesca la creazione, nella retina, di molecole tossiche che potrebbero causare la degenerazione maculare 

La particolare luce proveniente dagli smartphone, dai computer, e da tutti i dispositivi digitali sarebbe dannosa per la vista, sostengono gli scienziati autori di uno studio pubblicato su Scientific Reports.
La ricerca, condotta dagli studiosi dell’Università di Toledo, ha rilevato che l’esposizione prolungata alla luce emessa dai telefonini può attivare la creazione di molecole tossiche nelle cellule dell’occhio sensibili alla luce. In particolare, sarebbe proprio la macula della retina a essere compromessa: questi insiemi di atomi potrebbero infatti causare o accelerare la comparsa della degenerazione maculare, una patologia, solitamente legata all’invecchiamento, che comporta una sostanziale riduzione visiva.

Accelerazione del degrado oculare

La luce emessa dai dispositivi elettronici è dotata non solo di una lunghezza d’onda minore rispetto ad altre colorazioni, ma anche di una maggiore energia, entrambe cause dell’accelerazione del danneggiamento oculare.
"Siamo esposti continuamente alla luce blu, la cornea e la lente dell'occhio non possono bloccarla o rifletterla”, spiega Il dottor Ajith Karunarathne, un assistente professore nel dipartimento di chimica e biochimica dell’Ateneo. La degenerazione maculare colpisce circa il 2,4% della popolazione adulta nel Regno Unito ed è presente soprattutto negli individui di età compresa tra i 50 e i 60 anni. Questa patologia, in grado di compromettere quasi totalmente la vista, è la principale causa di cecità negli Stati Uniti e può coinvolgere gravemente la qualità della vita, impedendo lo svolgimento anche delle attività più semplici.

Molecole tossiche

Dallo studio, pubblicato su Scientific Reports, è emerso che la luce degli smartphone può provocare, nella retina, una serie di reazioni. “La tossicità generata nella retina dalla luce blu è universale e può uccidere ogni tipo di cellula”, sostiene il professor Karunarathne, che consiglia a chiunque voglia proteggere i propri occhi, di indossare quando è fuori casa degli occhiali da sole in grado di schermare non solo la luce UV ma anche quella emessa dai dispositivi digitali.

Data ultima modifica 10 agosto 2018 ore 13:23

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"