Covid, nuovo farmaco 'esca' potrebbe neutralizzare ogni variante del virus. Lo studio

Salute e Benessere
©IPA/Fotogramma

Un team di ricercatori americani guidati dal Dana-Farber Cancer Institute di Boston avrebbe messo a punto un nuovo farmaco capace di curare il Covid e, potenzialmente, anche le altre infezioni da coronavirus, indipendentemente dalla variante

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

Secondo un nuovo articolo pubblicato su 'Science Advances', un team di ricercatori americani guidati dal Dana-Farber Cancer Institute di Boston avrebbe messo a punto un nuovo farmaco capace di curare il Covid e, potenzialmente, anche le altre infezioni da coronavirus. Denominato con la sigla DF-COV-01, il farmaco sperimentale sarebbe in grado di neutralizzare ugualmente anche le altre varianti di Sars-CoV-2

Come funziona il nuovo farmaco

approfondimento

Covid: due terzi della popolazione mondiale ha anticorpi da vaccino

 

Con la diffusione delle nuove varianti di Sars-CoV-2, gli anticorpi monoclonali anti-Covid - ormai è noto - stanno perdendo la loro efficacia. Come agisce dunque il nuovo farmaco? Il composto funziona come un’esca, agendo sul meccanismo stesso che permette al Covid di entrare negli organi bersaglio. Nello specifico, questo sarebbe capace di attirare a sé il patogeno, e 'disattivarlo' prima che la sua proteina Spike possa legarsi al recettore Ace2 delle cellule bersaglio. È chiaro quindi che DF-COV-01 svolge un’altra azione rispetto agli anticorpi monoclonali: il composto, che appartiene alla famiglia dei candidati farmaci detti 'esche di Ace2', è stato progettato per restare attivo sfruttando 'l’istinto di sopravvivenza' del virus. Questi farmaci, infatti, sono molto più difficili da eludere per il virus.

Una ricerca per il futuro

 

Per costruire il nuovo farmaco gli scienziati, coordinati da James Torchia, primo autore del lavoro, e dall'autore senior Gordon Freeman, hanno identificato le caratteristiche molecolari che rendono le esche Ace2 particolarmente persistenti ed efficaci nell’organismo. Una volta individuate, le hanno impiegate per la costruzione del nuovo farmaco: il suo principio attivo è stato concepito, infatti, per essere il più sicuro e potente possibile. Il composto DF-COV-01 è stato creato per neutralizzare la proteina Spike, imprimendo un cambiamento irreversibile alla struttura virale e dunque neutralizzando l'agente patogeno.

Salute e benessere: Più letti