Covid, uno spray nasale potrebbe ridurre i giorni di positività. Lo studio

Salute e Benessere
©Ansa

Secondo uno studio prospettico controllato open-label, uno spray nasale a base di soluzione salina sarebbe in grado di ridurre di 2 giorni la positività al tampone. La ricerca è stata condotta da Luca Cegolon dell'Università di Trieste, e da Giuseppe Mastrangelo dell'Università di Padova

ascolta articolo

Iscriviti alla nostra newsletter per restare sempre aggiornato

 

Secondo uno studio prospettico controllato open-label, condotto da Luca Cegolon dell'Università di Trieste e da Giuseppe Mastrangelo dell'Università di Padova, uno spray nasale a base di soluzione salina sarebbe in grado di ridurre di 2 giorni la positività al tampone per rivelare il Sars-CoV-2, rispetto ai pazienti trattati con la terapia standard. Questo, chiamato 'Trial Clinico Renaissance' (Regressed Nasal Infectivity and Shedding of SARS-CoV-2 by Achieving Negativization for COVID-19 Earlier), è stato realizzato con il supporto dell'unità di otorinolaringoiatria dell'Ospedale Ca' Foncello di Treviso.

Cosa dice lo studio

approfondimento

Covid, vaccini spray: 100 in fase di sviluppo

 

Secondo quanto emerso dalla ricerca, il componente responsabile dell’effetto antivirale sembrerebbe essere l'acqua di mare, già famosa per le sue grandi proprietà antivirali e antimicrobiche. Partendo dal presupposto che la principale via di ingresso del virus nel corpo umano è il naso, e con questo le altre vie aeree come gola e bronchi, la ricerca si è concentrata proprio su questo aspetto per indagare il ruolo dell’acqua di mare. Questa, infatti, stimolerebbe le ghiandole della mucosa nasale a produrre acido ipocloroso (HClO), riducendo l’effetto del virus

I dati

 

Al fine di comprovare la ricerca, sono stati coinvolti 108 pazienti affetti da Covid-19: questi, reclutati dal Covid-19 point di Treviso tra Febbraio e Marzo 2022, quindi durante l'ondata Omicron, sono stati successivamente divisi in due gruppi. Uno da 50 che riceveva la terapia Covid-19 standard e il trattamento con spray nasale a base di soluzione salina, e uno da 58 che riceveva solo terapia Covid-19 standard. Il primo gruppo riceveva la soluzione salina 3 volte al giorno, quindi una ogni otto ore: da questo è emerso che nei primi cinque giorni di trattamento, i pazienti trattati con soluzione salina nasale si negativizzano in media 2 giorni prima dei controlli.

Il Covid in Italia

 

In Italia, secondo  il nuovo monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe riferito alla settimana fra il 25 novembre e il primo dicembre, è stato registrato un rialzo dei ricoveri ordinari con positività al coronavirus Sars-CoV-2 (+11,1%) e dei ricoveri in terapia intensiva (+28%), rispetto alla settimana precedente. Mentre restano sostanzialmente stabili i nuovi casi di Covid-19 (227.420 contro 229.122 della settimana precedente), salgono tuttavia i decessi, che passano da 580 a 635, ossia 55 in più, 14 dei quali riferiti a periodi precedenti (+9,5%).

Salute e benessere: Più letti