Covid Gb, casi in aumento: 43.676 positività nelle ultime 24 ore

Salute e Benessere
©Getty

In totale, nel corso dell’ultima settimana si sono verificate 303.071 nuove positività, l’11,1% in più rispetto alla settimana precedente

Sono in continuo aumento i casi di Covid nel Regno Unito. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 43.676 contagi, in aumento rispetto ai 42.484 del giorno precedente. In totale, nel corso dell’ultima settimana si sono verificate 303.071 nuove positività, l’11,1% in più rispetto alla settimana precedente. I nuovi decessi sono stati 149, per un totale di 926 nell’arco dei sette giorni e un calo del 9,4% rispetto alla settimana precedente. Sul fronte delle vaccinazioni, circa l’80,4% della popolazione al di sopra dei 12 anni è stata totalmente immunizzata. Le prime dosi hanno raggiunto l’88,4% della popolazione, mentre le terze dosi hanno raggiunto il 27,8%.

Johnson: “Non ci sono motivi per introdurre nuove restrizioni”

approfondimento

Vaccino Covid, ministro Gb conferma l’obbligo per i sanitari

Nonostante l’aumento dei contagi, Boris Johnson, il primo ministro britannico, ha recentemente dichiarato che “non ci sono motivi per introdurre nuove restrizioni” nel Regno Unito. “La cosa migliore da fare è ricevere il richiamo” del vaccino contro il Covid-19, la terza dose o booster. “Per favore, quando potete ricevere il vostro booster, fatelo”, ha detto Johnson. Nel corso di un’intervista alla Bbc, Sajid Javid, il ministro della Salute britannico, ha chiarito che il Regno Unito non imporrà la vaccinazione obbligatoria contro il coronavirus. “No, il Regno Unito non seguirà l’esempio dell’Austria. La vaccinazione dovrebbe essere una scelta positiva”.

 

 

Javid ha anche difeso la gestione della campagna per la terza dose, definendola “quella di maggior successo nel Vecchio Continente”. All’inizio di questa settimana, il 25% dei cittadini del Regno Unito sopra i 12 anni aveva già ricevuto la terza dose. Nel resto d’Europa la media era del 6%. Javid ha poi ricordato che all’inizio dell’estate il governo inglese ha preso la dura decisione di rinunciare a ogni restrizione, andando in controtendenza rispetto al resto dell’Europa. Per il politico è stata proprio questa scelta a portare alla diminuzione dei contagi registrata lunedì 22 novembre. Un fenomeno che però non si è rivelato duraturo, visto che negli ultimi giorni il numero delle positività non ha fatto altro che salire.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24