Covid in Europa, Germania: "Dati drammatici". In Austria record di casi da inizio pandemia

Salute e Benessere
©Ansa

"La quota dei vaccinati in Germania non è sufficiente a contrastare l'impeto del contagio del Covid", ha spiegato il portavoce di Angela Merkel Steffen Seibert. A Berlino non vaccinati fuori dai ristoranti, mentre la Baviera decreta lo stato d'emergenza per la crescita "preoccupante" del numero di casi. In Russia è record di decessi nelle ultime 24 ore

L'Europa è alle prese con la quarta ondata di Covid-19, con contagi e ricoveri in crescita in diversi Paesi Ue. Preoccupa, in particolare, la situazione epidemiologica della Germania, dove nelle ultime 24 ore, secondo i dati del bollettino odierno del Robert Koch Institut, sono stati registrati 39.676 nuovi casi di contagio da Covid-19 e 236 vittime. L'incidenza settimanale su 100mila abitanti è salita a 232,1, terzo valore da record consecutivo in tre giorni. I dati del Covid mostrano un "ampliamento drammatico della pandemia e tutti i politici, quelli al governo come quelli che stanno lavorando alla formazione del nuovo governo, sentono la responsabilità di proteggere la salute dei cittadini e di non sovraccaricare il sistema sanitario". Lo ha dichiarato il portavoce di Angela Merkel Steffen Seibert, in conferenza stampa a Berlino. "La cancelliera è dell'idea che sia necessario il prima possibile un incontro fra Stato e Regioni per coordinare le politiche anti Covid", ha aggiunto, per poi sottolineare che Merkel è in contatto con tutti i partecipanti per arrivare a "un appuntamento velocemente". (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Germania: quota vaccinati non basta

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo: news di oggi 10 novembre

Perché questa quarta ondata sta colpendo così vigorosamente la Germania? Come ha spiegato il portavoce di Angela Merkel "la quota dei vaccinati in Germania non è sufficiente a contrastare l'impeto del contagio del Covid". "Se avessimo un 10-15% di vaccinati in più avremmo un'incidenza del virus inferiore" e i dati di Spagna, Portogallo e Italia "lo dimostrano", ha aggiunto per poi ricordare come la variante Delta del Covid sia particolarmente contagiosa.

La Baviera ha decretato lo stato d'emergenza

Intanto, la Baviera ha decretato lo stato d'emergenza per la crescita "preoccupante" del numero di casi di Covid-19. Lo ha riferito lo Spiegel, citando il premier, Marcus Soeder. La misura sarà in vigore da domani.

A Berlino non vaccinati fuori dai ristoranti

A partire da lunedì, a Berlino non sarà più possibile andare al ristorante, al cinema o a vedere una mostra senza essere vaccinati o guariti. È il regolamento introdotto dal Senato per contrastare la ripresa dei contagi da coronavirus. Per entrare al cinema o al ristorante, ma anche nei centri sportivi e negli impianti termali, non sarà più quindi consentito mostrare solo il risultato di un test anti-Covid.

In Austria record di contagi da inizio pandemia

Il coronavirus continua a correre anche in Austria, dove per la prima volta dall'inizio della pandemia è stata superata soglia 10.000 nuovi casi in un giorno, con 11.398 test postivi. Record assoluto anche per quanto riguarda i casi "attivi", che per la prima volta superano soglia 80.000 con 85.611 malati. Nel Paese, dove dall'8 novembre sono in vigore nuove restrizioni solo per i non vaccinati, è in netto peggioramento anche la situazione negli ospedali, con 2.237 ricoveri nei reparti ordinari (+85) e 413 in terapia intensiva (+10). Con 23 decessi registrati nelle ultime 24 ore, il numero complessivo delle vittime della pandemia in Austria ha raggiunto quota 11.577.

Alta Austria e Salisburgo, per ora niente lockdown

Nel Paese preoccupa in particolare la situazione epidemiologica dell'Alta Austria e Salisburgo, ma al momento le due regioni non applicheranno il lockdown per le persone non vaccinate. È quanto è emerso al termine del vertice d'urgenza tra il ministro della Salute, Wolfgang Mueckstein (Verdi) e i governatori dei due Laender, Thomas Stelzer (Alta Austria) e Wilfried Haslauer (Salisburgo).

La Danimarca reintroduce il Green pass

Intanto, in Danimarca, alla luce dei crescenti contagi, verrà reintrodotto il pass sanitario obbligatorio due mesi dopo l'alleggerimento delle restrizioni anti-Covid. Lo ha annunciato il governo negli scorsi giorni. La commissione nazionale sull'epidemia ha raccomandato al governo di classificare il coronavirus come una malattia "socialmente pericolosa" e l'esecutivo seguirà l'indicazione, ha spiegato il premier Mette Frederiksen, annunciando le nuove misure.

In Russia 1239 morti in 24 ore: massimo da inizio epidemia

Un nuovo drammatico record è stato registrato anche in Russia, con 1.239 decessi correlati al  Covid-19 nelle ultime 24 ore: il massimo in un giorno dall'inizio dell'epidemia. Lo riporta l'agenzia Interfax citando i dati del centro operativo nazionale anti-coronavirus.

Brasile, decessi ancora in calo: vaccinato 57% della popolazione

Guardando al resto del mondo, in Brasile i decessi con coronavirus sono in calo e sotto quota 250 per il settimo giorno consecutivo. Nelle ultime 24 ore nel Paese sono stati segnalati 214 decessi, portando a 609.816 il totale dall'inizio della pandemia, e 12.104 nuovi contagi da Covid-19, secondo le informazioni diffuse dai governi statali.
Quanto all'andamento della campagna di vaccinazione nazionale anti-Covid, in Brasile 121,7 milioni di persone hanno completato la vaccinazione contro il coronavirus (il 57% della popolazione). I cittadini che hanno ricevuto almeno una dose sono invece 156,3 milioni, pari al 73,2% della popolazione totale.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24