Green pass, farmacie: tamponi oltre orario e in giorni di chiusura

Salute e Benessere

Il commissario straordinario all'emergenza Covid Francesco Figliuolo ha chiesto alle Regioni di agevolare le farmacie in questa direzione, accogliendo la richiesta della Federazione degli ordini dei farmacisti italiani

 

Le farmacie potranno effettuare i tamponi rapidi anche oltre gli orari di servizio e nei giorni di chiusura, per far fronte alle richieste di tamponi da parte dei cittadini ai fini del Green pass, necessario per accedere ai luoghi di lavoro. Il commissario straordinario all'emergenza Covid Francesco Figliuolo ha chiesto alle Regioni di agevolare le farmacie in questa direzione e di fare in modo che i tamponi possano essere effettuati anche a chi non ha la prenotazione, accogliendo la proposta di ampliare l'esecuzione dei tamponi rapidi nelle farmacie avanzata dalla Federazione degli ordini dei farmacisti italiani (Fofi). Lo ha reso noto la Federazione in un comunicato. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Adesione su base volontaria

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le notizie di oggi 21 ottobre

I farmacisti, precisa la Fofi, "sapranno sfruttare questa opportunità per rendere un servizio ancora più efficace ed efficiente".
L'adesione da parte delle farmacie, come ha spiegato Roberto Tobia, segretario nazionale di Federfarma, "sarà su base volontaria e le farmacie che vorranno aderire devono comunicarlo alle aziende sanitarie locali e all'amministrazione comunale". "È ancora troppo presto - ha aggiunto - per una valutazione di quanti farmacisti risponderanno positivamente ma va sottolineato che alcune esperienze pilota di questo tipo sono già partite sul territorio". In Piemonte, per esempio, alcune farmacie  "hanno deciso di restare aperte il sabato e la domenica, mentre farmacie aperte h24 sono presenti a macchia di leopardo nelle Regioni", ha precisato Tobia. L'ampliamento degli orari di apertura, ha poi ribadito il segretario di Federfarma, "non è un obbligo ma una possibilità in più, che noi apprezziamo perché incentiva i tamponi rapidi ai fini del Green pass, fermo restando che l'unica vera soluzione è la vaccinazione anti-Covid".

Federfarma: "Non risultano difficoltà nell'approvvigionamento di tamponi"

Nonostante le file che si registrano in varie città e l'aumento della richiesta degli esami rapidi, per ora la situazione appare comunque sotto controllo. Ad oggi, infatti, come ha spiegato Tobia, "non risultano difficoltà nell'approvvigionamento di tamponi da parte delle farmacie e dal sistema di distribuzione intermedia non viene segnalata alcuna carenza dei test". Al momento, "l'approvvigionamento è assicurato ed i cittadini possono sentirsi tranquilli", ha concluso il rappresentante di Federfarma.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24