Covid, terza ondata nello Yemen: senza vaccino il 99% della popolazione

Salute e Benessere
©Getty

Stando ai dati ufficiali, nel Paese i contagi di Covid-19 sono triplicati nell'ultimo mese. Nello stesso periodo è quintuplicato il tasso di mortalità

 

Lo Yemen è alle prese con la terza ondata di Covid-19, che minaccia il 99% della popolazione non vaccinata. Lo riporta un articolo del Fatto Quotidiano, che sottolinea come la popolazione del Paese oltre ad essere stremata da quasi 7 anni di guerra, in buona parte non abbia accesso a cure, trattamenti e strumenti per prevenire il contagio. Stando ai dati ufficiali, nello Yemen i contagi di Covid-19 sono triplicati nell'ultimo mese. Nello stesso periodo è quintuplicato il tasso di mortalità. Si tratta, tuttavia, di stime sottostimate, che non tengono conto delle morti non diagnosticate a causa della carenza di test. Basti pensare che nel Paese solo la metà delle strutture sanitarie è ancora in funzione. (COVID: LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA - VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Yemen: i numeri della campagna vaccinale

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo, ultime news di oggi 30 settembre

Quanto all'andamento della campagna di vaccinazione nazionale anti-Covid, nello Yemen meno dell’1% dei 30,5 milioni di abitanti ha ricevuto una dose di vaccino e solo lo 0,05% ha completato il ciclo di vaccinazione. Dati che confermano l'esistenza di un'enorme disuguaglianza nell’accesso ai vaccini Covid tra Paesi ricchi e poveri e gli scarsi risultati raggiunti finora dal programma Covax, l'iniziativa globale per la distribuzione dei preparati anti-Covid ai Paesi in via di sviluppo. A giugno, secondo gli ultimi dati disponibili, erano state consegnate solo il 12% delle dosi promesse per lo Yemen: 511.000 su 4,2 milioni. “La vaccinazione è una soluzione semplice che salverebbe vite umane, ma la comunità internazionale sta fallendo e il popolo dello Yemen ha bisogno di dosi ora", ha dichiarato Muhsin Siddiquey, direttore di Oxfam in Yemen alla vigilia dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. "È vergognoso che Paesi ricchi come il Regno Unito e la Germania si stiano opponendo al superamento della logica dei monopoli dei colossi farmaceutici sui brevetti dei vaccini, impedendo di fatto una produzione di dosi sufficiente a raggiungere Paesi come lo Yemen. Salvare vite dovrebbe essere più importante che proteggere i profitti delle multinazionali farmaceutiche che hanno già guadagnato miliardi da questa crisi”, ha aggiunto.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24