Covid Uk, 209 morti nelle ultime 24 ore: è il dato più alto da marzo

Salute e Benessere
©Ansa

Si tratta, per il Paese, del picco di decessi raggiunto dallo scorso marzo, sebbene i casi giornalieri siano diminuiti rispetto ad ieri. Intanto la Bulgaria ha deciso di applicare nuove restrizioni per contrastare il crescente numero di infezioni. E la Cina ha comunicato di aver somministrato più di 2,11 miliardi di dosi in totale, dall’inizio della campagna vaccinale

Un nuovo record negativo legato al coronavirus. E’ quello che arriva dal Regno Unito dove, solamente nelle ultime 24 ore, sono stati segnalati 209 morti per Covid, picco da marzo. E se il numero di decessi ha toccato la vetta più alta da alcuni mesi a questa parte, un dato maggiormente incoraggiante riguarda i nuovi casi. Nel Paese, infatti, sono stati, sempre nel corso dell’ultima giornata, 37.489, rispetto ai 41.192 riscontrati ieri.

In Bulgaria in vigore nuove restrizioni

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo: le news del 7 settembre

Il Covid desta preoccupazioni anche in Bulgaria, dove sono entrate in vigore proprio a partire da oggi e fino al 31 ottobre, nuove misure anti-Covid più stringenti per contrastare il crescente numero di infezioni. Tra le decisioni prese dal governo locale, quella per cui ristoranti e bar possono rimanere aperti fino alle 23, con un massimo di sei persone sedute ad ogni tavolo. I night, invece, verranno chiusi, mentre saranno interdette le fiere, i festival musicali e i ritiri aziendali. E proprio i sindacati della ristorazione e dell'industria alberghiera hanno già più volte espresso il loro disaccordo rispetto a queste restrizioni che prevedono poi, per le palestre, la possibilità di utilizzare fino al 30% dei posti disponibili, con cinema, teatri e sale sportive che funzioneranno, invece, fino al 50% delle rispettive capienze. E ancora musei e gallerie potranno accogliere i visitatori rispettando la regola per cui non ci sia più di una persona ogni 8 metri quadrati. Continuano poi a restare validi gli obblighi legati all’uso delle mascherine, a quello dei disinfettanti e del distanziamento fisico. La scelta è stata dettata anche dal fatto che la Bulgaria risulta uno tra i Paesi europei con la più bassa percentuale di vaccinazioni anti-Covid, pari a poco più del 18% della popolazione con entrambe le dosi. Ed è al primo posto nell'Ue per percentuale di decessi causati dal Covid-19.

Vaccini: oltre 2,11 mld di dosi somministrate in Cina

A proposito di vaccini, alla data di ieri, la Cina ha comunicato di aver somministrato più di 2,11 miliardi di dosi. Lo ha sottolineato la Commissione Sanitaria Nazionale. Oltre 1,09 miliardi di persone, pari al 77,6% della popolazione totale del Paese, ha invece ottenuto almeno una dose, mentre risultano più di 969,7 milioni le persone ad essere state vaccinate contro il Covid-19, attraverso il ciclo completo. Come riferito da Wu Liangyou, vicedirettore della divisione per il controllo e la prevenzione delle malattie della Commissione Sanitaria Nazionale, sono poi quasi 162,3 milioni le dosi di vaccini anti-Covid ad essere state inoculate ai minori tra i 12 e i 17 anni.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24